Cronaca
Solidarietà

Il gol più bello di Francesco: "La mia casa di Ravenna per medici e infermieri"

Il calciatore: "Ho pensato che in questo momento fosse doveroso aiutare"

Il gol più bello di Francesco: "La mia casa di Ravenna per medici e infermieri"
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 19 Aprile 2020 ore 10:42

Una carriera costellata di soddisfazioni e reti, in tutte le categorie, dalla serie B all’Eccellenza. Ma il gol più bello, Francesco Zizzari, lo ha realizzato adesso.

Il gesto di solidarietà

E fuori dal campo. L’attaccante di origini spezzine, che qui a Levante ha giocato prima nel Sestri Levante e poi nello Sporting Recco, ha un appartamento a Ravenna, un open space che affitta, abitualmente, ai turisti, molto rinomato e frequentato, come dimostrano le recensioni.

Zizzari, bomber dal cuore d’oro, ha inviato una email al Comune di Ravenna, come lui stesso racconta:

"Ho messo a disposizione gratuitamente il mio open space per il personale sanitario dell’ospedale Santa Maria delle Croci. Ho pensato che in questo momento fosse doveroso cercare di aiutare chi dedica la propria vita a salvare quella degli altri, quindi ho deciso di fare questa cosa".

Un grande gesto, più importante di tanti gol segnati in carriera. Zizzari è stato contattato da due giovani infermieri, un ragazzo prima e una ragazza poi, che sono andati a Ravenna per aiutare il personale dell’ospedale e non avevano ancora trovato un alloggio.

"Ho parlato con entrambi e sottoscriverò un contratto gratuito con il ragazzo che mi ha contattato per primo e che arriva da Assisi. Sono contento, ovviamente, così come sono certo che si troverà molto bene nel corso della sua permanenza in città".

Il legame fra Zizzari e la città di Ravenna è sempre stato molto forte. L’attaccante, con la maglia giallorossa, ha giocato il campionato di serie C della stagione 2008/2009 segnando ben 15 reti in 25 partite, aggiudicandosi il titolo di capocannoniere.

"Il Ravenna Calcio ha rappresentato la stagione calcistica più importante – ricorda l’ex numero 9 di Sporting Recco e Sestri Levante -. A Ravenna ho lasciato ho tanti amici, conosciuti in campo e fuori dal campo e proprio qui avevo deciso di investire in questa struttura turistica “Open Space Martina” che fino a poche settimane fa ha ospitato persone da tutte le parti del Mondo, con recensioni fra le migliori di tutta la riviera romagnola".

La decisione di concedere gratuitamente l’appartamento a chi si sta occupando, in prima linea dell’emergenza Coronavirus, ha riscosso grande successo a Ravenna ("Mi sono arrivate email di ringraziamento da Questura, Assessorato al Turimo e società Ravenna Entrate" confida il bomber) e la notizia è rimbalzata anche nel Levante, dopo appunto Zizzari è ancora ricordato, a distanza di tempo dal suo approdo in rossoblù, datato 29 luglio 2015. Con la maglia dei “corsari” della città della Bimare, Zizzari ha giocato 21 partite in serie D segnando 7 reti. La stagione successiva, l’attaccante si è spostato in Toscana per giocare nel Ponsacco ma, a dicembre, il ritorno a Levante, per abbracciare il progetto dello Sporting Recco: 2 reti in 11 partite, fino al derby del 10 febbraio 2016 contro il Rapallo Bogliasco, nel quale rimase vittima di un grave infortunio al ginocchio.

"Sinceramente sono io che devo ringraziare i ravennati che con la loro generosità mi avevano accolto da giovanissimo, come fosse un romagnolo come loro. Oggi mi sono sentito in dovere io di aiutare il territorio e sono felice di ospitare “un vero bomber”, perchè oggi i protagonisti sono medici ed infermieri".

Zizzari gioca ancora a calcio: fino alla pausa per il Coronavirus, era all’Audax Zenith, in Eccellenza della Toscana. In carriera, come detto, è stato per tanti anni in serie B e C con le maglie di società importanti come Spezia, Pavia, Pistoiese, Grosseto, Lucchese, Pescara, Reggina e Foggia.