Impiantistica sportiva, prolungato il bando per associazioni e società sportive

C'è tempo sino al 30 settembre 2019 per partecipare

Impiantistica sportiva, prolungato il bando per associazioni e società sportive
Chiavari - Lavagna, 13 Marzo 2019 ore 15:56

Regione Liguria ha prorogato di altri 6 mesi il bando “Fondo di Garanzia” a favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche per finanziamenti destinati alla riqualificazione dell’impiantistica sportiva. Il Bando, che doveva chiudere il 15 marzo prossimo, è stato prorogato al 30 settembre 2019 per consentire la realizzazione di ulteriori interventi di carattere impiantistico sportivo.

Obiettivo di Regione Liguria, aiutare le società sportive a realizzare interventi di riqualificazione degli impianti facendosi da garante presso le banche convenzionate per l’accensione dei mutui

Con l’attuazione del patto per lo sport, firmato il 9 maggio 2017 tra Regione Liguria, Comitato Regionale Liguria CONI e Comitato Italiano Paralimpico della Liguria, la Regione ha destinato, per la prima volta, un Fondo di Garanzia, attivando 1,5 milioni di euro derivanti dalla programmazione POR-FESR a supporto di finanziamenti concessi alle associazioni e società sportive dilettantistiche da banche convenzionate con Filse, con un moltiplicatore 2 (la disponibilità di finanziamento ammontava, di fatto, a 3 milioni di euro). L’obiettivo di Regione Liguria era quello di aiutare le società sportive a realizzare interventi di riqualificazione degli impianti facendosi da garante presso le banche convenzionate per l’accensione dei mutui.

Ad oggi ammessi e garantiti interventi per 14 soggetti richiedenti

Ad oggi sono stati ammessi e garantiti interventi per 14 soggetti richiedenti, su tutto il territorio regionale, per oltre 1.262.000 euro e rilasciate garanzie da FILSE, la Finanziaria della Regione Liguria, pari all’80% degli investimenti ammessi per oltre 1.100.000 euro. Sono ancora disponibili, quindi, calcolando il moltiplicatore 2 riconosciuto dalle banche, fondi per circa 2 milioni di euro.

Soglia minima dell’investimento, 40mila euro

Gli investimenti devono essere realizzati nell’ambito di una o più sedi, dove i beneficiari svolgono regolarmente l’attività sportiva, localizzate nel territorio della Regione Liguria. La soglia minima dell’investimento ammesso è di 40.000 euro, mentre la soglia massima del valore dei beni ammessi ad agevolazione è fissata in 400.000 euro per ciascun beneficiario.

Le tipologie di spesa ammissibili

Sono ammissibili ad agevolazione le seguenti tipologie di spesa (funzionali all’attività sportiva svolta e alla sede nella quale si svolge l’attività sportiva): le spese per acquisto di macchinari ed attrezzature sportive, non oggetto di assegnazione esclusiva a singolo atleta; arredi, mezzi mobili a servizio esclusivo dell’attività sportiva, attrezzature accessorie al funzionamento della sede nella quale si svolge l’attività sportiva e alla relativa sicurezza, (anche sotto il profilo sanitario); dotazioni necessarie a garantire la sicurezza e la salute degli utenti; le opere murarie ed assimilate, con particolare riguardo per gli interventi volti al superamento delle barriere architettoniche delle strutture sportive nelle quali si esercita l’attività.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità