In arrivo i cestini galleggianti "mangia rifiuti"

Accordo tra Comune di Santa Margherita Ligure ed Area Marina e sperimentazione durante la prossima

In arrivo i cestini galleggianti "mangia rifiuti"
Rapallo - Santa Margherita, 22 Marzo 2018 ore 12:58

Il Comune di Santa Margherita Ligure e l’Area Marina Protetta di Portofino, nell’ambito di una progettazione per la pulizia del mare, hanno previsto l’installazione, primo Comune e Area Marina Protetta in Italia, entro l’estate di quest’anno, di due apparecchi “Sea bin” all’interno del porto cittadino. Sea bin è un congegno innovativo, un vero e proprio cestino galleggiante che, con l’ausilio di una pompa aspirante, genera una corrente superficiale che trasporta verso il cestino i rifiuti galleggianti, in particolare le plastiche, che si trovano nel raggio di molti metri.

Accordo tra Comune di Santa Margherita Ligure ed Area Marina e sperimentazione durante la prossima estate

I primi due cestini Sea bin, il cui acquisto è condiviso fra Comune e Area Marina Protetta, saranno posizionati in due punti pilota all’interno del porto e se ne testerà l’efficacia per l’intera stagione estiva. A una risposta positiva si procederà all’acquisto di altri esemplari per un numero sufficiente a mantenere costantemente pulite le acque del porto. “La tutela dell’ambiente e la pulizia del territorio sono per noi una priorità – ha affermato il sindaco Paolo Donadoni - Santa Margherita Ligure sta portando avanti un progetto ambientale specifico e coordinato, legato anche al mare. La raccolta differenziata, con l’estensione a tutto il territorio cittadino, coinvolge anche la pesca e le aree della banchina e del porto. I rifiuti verranno estratti dal nostro mare e conferiti in modo differenziato. Una operazione di civiltà, fondamentale per la tutela dell’ambiente in cui viviamo, che coinvolge anche i pescherecci e i pescatori. Questi cestini per il mare, da collocare in porto, sono un tassello innovativo e importante per la pulizia del nostro mare. Ringrazio – conclude Donadoni - il presidente Corrado e il direttore Fanciulli per lo spirito di collaborazione che anima sempre i rapporti tra i nostri Enti a beneficio di questo straordinario territorio.”