Menu
Cerca
Cicagna

In Fontanabuona estate senza piscine

A seguito delle misure restrittive causate dal coronavirus

In Fontanabuona estate senza piscine
Cronaca Valli ed entroterra, 08 Giugno 2020 ore 09:24

Sette mq di superficie di calpestio a persona è la densità di affollamento minima per il solarium, per la piscina è di 7 mq di superficie d’acqua a persona,  la dislocazione delle attrezzature come sdraio e lettini, deve garantire la distanza di 1,5 mt fra le persone grazie a percorsi dedicati (a meno di non appartenere allo stesso nucleo familiare); lettini, sdraio, ombrelloni e altre attrezzature vanno disinfettate dopo ogni utilizzo, a fine giornata è obbligatoria la sanificazione. Queste sono solo alcune delle prescrizioni che i gestori  saranno chiamati a rispettare se vogliano riaprire le piscine. Per non parlare delle responsabilità che ne conseguono. Letto questo Laura Petronave e Davide Giadrini, gestori della piscina di Lumarzo e il Garden Beach che lo scorso ha riscosso unanimi consensi in quel di Cicagna hanno deciso di gettare la spugna.  I due impianti, che avrebbero dovuto aprire come tradizione nel mese di giugno, resteranno chiusi. Un danno per i gestori, per i proprietari degli impianti che sono rispettivamente il Comune di Lumarzo e Cicagna, ma soprattutto per l’utenza. Sarà un’estate difficile, la mancata aperture delle piscine ne è una ulteriore riprova.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli