TAGLIO DEL NASTRO

Inaugurata la nuova centrale operativa Atp a Chiavari

Ha aperto i battenti in corso Assarotti 1R nel centro di Chiavari

Inaugurata la nuova centrale operativa Atp a Chiavari
Chiavari - Lavagna, 20 Luglio 2020 ore 11:23

E’ stata inaugurata questa mattina a Chiavari la nuova Centrale Operativa di Atp Esercizio, l’azienda di trasporto pubblico che ha sede a Carasco. Alla presenza del sindaco di Chiavari Marco Di Capua, del presidente di Atp Esercizio, Enzo Sivori, e del consigliere delegato ai Trasporti di Città Metropolitana, Claudio Garbarino, la Centrale 2.0 – come è stata immediatamente ribattezzata – ha aperto i battenti in corso Assarotti 1R nel centro di Chiavari. La cerimonia di inaugurazione ha visto anche la presenza di don Stefano Massini, vicario della diocesi di Chiavari, che ha impartito la benedizione dei nuovi locali.

La nuova struttura

La nuova struttura è da oggi il cuore pulsante del sistema di controllo Atp ed è anche la prima in Liguria a interessare il servizio di trasporto pubblico extraurbano. Nei locali al piano terra troveranno posto tre diversi reparti, tutti quanti fondamentali: vestizione, controllo servizi di rete e radiomobile. Quest’ultima attività viene svolta dai capo piazza che sono sul territorio e sono muniti di radio mobile, in continuo collegamento con la Centrale Operativa. Il secondo reparto è il servizio controllo di rete, dipartimento cui fanno capo tutti gli autisti per qualsiasi necessità. E il terzo ufficio è anche il più complesso e importante: si tratta della “vestizione” perché composto da chi “veste” il servizio organizzando i turni, comprendendo il call center e i servizi noleggio extra.

Alla guida di questo complesso ma fondamentale servizio è il direttore d’esercizio, che nel caso di Atp è Roberto Rolandelli. Lo stesso Rolandelli, insieme al coordinatore generale di Atp, Andrea Geminiani, hanno spiegato che «Grazie alla nuova Centrale Operativa e alla con Protezione Civile, Prefettura, forze dell’ordine e i servizi coordinati dal 118. Per quanto riguarda il numero di persone che lavoreranno nell’ambito della Centrale Operativa, sono previsti 8 responsabili maggiore professionalizzazione, si avrà una copertura totale e immediata dell’intera rete coperta dai mezzi Atp, ovvero 1500 chilometri».

La Centrale Operativa di Atp sarà in costante collegamento anche di zona, mentre saranno 3 gli addetti al controllo servizio di rete dalle 5 alle 20. Poi ci sono 6 persone addetti alla vestizione servizio e call center.

I commenti

Il presidente di Atp, Enzo Sivori pone l’accento sul fatto che «La centrale operativa è lo strumento che ci consente di razionalizzare e coordinare in modo puntuale l’attività interna dell’azienda. Sarà garantita una reperibilità ininterrotta per ricevere segnalazioni su guasti e imprevisti e cercheremo sempre di fornire una risposta in tempo reale. La struttura non consente all’utente di interagire, ma avrà ricadute indirette anche su coloro che viaggiano sui nostri autobus perché lavorerà per migliorare la qualità del servizio».

«Una cabina di regia in una nuova sala operativa, centro di controllo e presidio per il nostro territorio con l’obiettivo di migliorare ulteriormente i livelli di sicurezza, velocità d’intervento e integrazione tra tutte le linee – sottolinea il primo cittadino di Chiavari, Marco Di Capua – Grazie alla sinergia che si è instaurata in questi anni con Atp abbiamo fornito ai cittadini, ma anche ai turisti, diversi servizi di qualità come la Linea C2, il Discobus e la navetta per l’aeroporto Colombo».

Di sicuro si tratta di un passo avanti importante nell’ambito di quella modernizzazione di Atp, iniziata da tempo, come dichiara Claudio Garbarino, consigliere delegato di Città Metropolitana: «Ringrazio il mio sindaco della Città Metropolitana, Marco Bucci, che ha compreso il valore aggiunto di questa azienda e ha dato fiducia ad Atp; naturalmente è stato ricambiato dalla capacità di tanti bravi professionisti che lavorano ogni giorno per il servizio pubblico. E’ anche importante che la Centrale Operativa, così come tanti servizi partiti negli ultimi due anni, sia una scelta condivisa con il territorio. In questo caso con il sindaco Di Capua, con cui abbiamo instaurato un’ottima collaborazione».