Menu
Cerca

Incendi a Casarza e Sestri, mistero sulle cause

Il video delle operazioni di spegnimento ieri a Casarza. Intanto, stamani il fuoco torna anche a San Bernardino

Incendi a Casarza e Sestri, mistero sulle cause
Cronaca Sestri - Val Petronio, 25 Agosto 2018 ore 08:05

Incendio a Casarza

È dovuto intervenire anche un canadair, oltre all'elicottero, per domare le fiamme che sono tornate a colpire la macchia boschiva a Casarza Ligure in località Cardini, ieri pomeriggio, due giorni dopo il primo rogo scoppiato mercoledì. Grande il dispiegamento di forze di Vigili del Fuoco e volontari, che hanno lavorato duramente sino a tarda sera per spegnere il fuoco. Dalle 22 di ieri sera la situazione è tornata sotto controllo, ed è ripartita l'opera di bonifica: ancora tutta da chiarire l'origine del fuoco. Se infatti mercoledì essa era stata attribuita da alcuni testimoni oculari all'abbattersi di un fulmine, in questo caso certezze non ve ne sono.

San Bernardino, le fiamme forse causate da operai

Come riporta invece l'edizione odierna del Secolo XIX, per l'altro rogo, quello di San Bernardino a Sestri Levante, che era scoppiato quasi contemporaneamente a quello di Casarza mercoledì scorso, si sospetta l'attività in zona di alcuni operai di un provider telefonico impegnati a ripristinare dei cavi danneggiati. Proprio questi potrebbero essere stati l'origine dell'innesco involontario ma riecco la sorpresa: anche quest'area ha ripreso a bruciare proprio questa mattina. Un doppio "mistero" che non può che far sospettare il dolo.

In questo video, inviato dal Gruppo di protezione civile dell'osservatorio meteo Raffaelli di Casarza ligure (aderente a Prociv-Arci Liguria), le operazioni di spegnimento di ieri pomeriggio.