Menu
Cerca

Iniziati i lavori per la rotatoria in via Prandina a Chiavari

Nell'intersezione con corso Genova e l'Aurelia

Iniziati i lavori per la rotatoria in via Prandina a Chiavari
Chiavari - Lavagna, 26 Febbraio 2019 ore 16:45

“L’intersezione tra via Prandina, corso Genova e via Aurelia è caratterizzata da un traffico veicolare piuttosto intenso, con una situazione di potenziale pericolo per la circolazione pedonale che si intensifica nelle ore di punta, soprattutto per la presenza della scuola elementare Solari. Inoltre, abbiamo rilevato criticità riguardanti la limitata larghezza dei marciapiedi esistenti (lato levante dal civ.1 all’ingresso scuola e lato ponente dal civ 3 al civ. 19, ndr) o la totale assenza di un marciapiede rialzato, tra incrocio salita Bacezza e via Privata Paganini”. A dirlo il sindaco di Chiavari Marco Di Capua.

Nell’intersezione con corso Genova e l’Aurelia

L’amministrazione comunale ha, quindi, deciso di regolamentare l’incrocio introducendo una rotatoria che diminuisca sia i punti di conflitto tra i vari flussi di traffico che la velocità d’ingresso dei veicoli provenienti da via Aurelia. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata la ditta Teas s.r.l., con sede a Sestri Levante, per un importo pari a 125.579,22 euro (oltre Iva). Primo step la demolizione dell’aiuola centrale con delimitazione provvisoria della rotonda con dissuasori e l’introduzione di una nuova regolamentazione dell’incrocio. Nello specifico, il progetto prevede la realizzazione di un’aiuola spartitraffico, di forma circolare con prato e piante verdi, che andrà a sostituire la fontana esistente. L’intervento mira soprattutto ad aumentare la sicurezza dei percorsi pedonali: si parte con il rifacimento dei marciapiedi tra via Botto e Largo Moretti, di quelli a ridosso dell’ingresso della scuola Solari e la costruzione ex novo del tratto tra Salita Bacezza e via Privata Paganini, compresa la realizzazione di una nuova rete delle acque bianche e l’installazione di nuove caditoie. Previsti anche paletti dissuasori in ghisa, per garantire la sicurezza dei pedoni e impedire la sosta dei veicoli in prossimità della rotatoria, e un nuovo impianto di illuminazione, simile all’esistente ma provvisto di nuovi gruppi ottici a led.

Condividi