Rapallo

La kafkiana contesa del Minigolf

Nessun bando per gestire le piste di Parco Casale, solo tanta confusione

La kafkiana contesa del Minigolf
Rapallo - Santa Margherita, 02 Settembre 2020 ore 08:11

L’impianto di miniaturgolf è stato affidato in concessione gratuita per lo svolgimento di allenamenti sportivi.

Rapallo

Un provvedimento, apparso pochi giorni fa all’albo pretorio del comune di Rapallo, che a prima vista sembrava essere una prima risposta allo stallo burocratico e di incuria in cui – come denunciato da Il Nuovo Levante – versano gli storici campi rapallesi di golf su pista, letteralmente abbandonati da dicembre 2019. In realtà il provvedimento sembra aver generato una situazione ancor più kafkiana della precedente, con il medesimo impianto concesso contemporaneamente a due gruppi distinti di giocatori. Da un lato gli atleti del Rapallo Minigolf Team che avevano avuto in concessione gratuita l’area già a gennaio, dall’altro un nuovo gruppo che ambisce a rilevare la gestione dell’intera struttura precedentemente affidata ad Andrea Bergaglio.

“Abbiamo inviato una lettera al Sindaco, al suo Vice e al consigliere allo sport Pellerano per chiedere spiegazioni – afferma Aldo Bugliani, presidente del Rapallo Minigolf Team – Avevamo avuto l’autorizzazione ad organizzare due gare nazionali sul campo miniatur e ad allenarci, a fronte del nostro impegno a tenere in ordine l’area”.

Stesse condizioni riconosciute ora al nuovo gruppo di atleti.

“In realtà non siamo nelle condizioni di organizzare alcunché, non solo quest’anno, ma anche il prossimo perché tra il perdurare della pandemia, l’assenza di servizi igienici fruibili e di corrente elettrica, non possiamo neppure garantire il rispetto dei protocolli minimi richiesti dalla Federazione e dal Csi – prosegue il presidente del Team – Ora scopriamo questa decisione che non riusciamo a comprendere. Possono forse imputarci di non aver tenuto pulito, ma cosa ci andavamo a fare non potendo né allenarci né disputare una gara?”.

Vittorio Pellerano alza le mani afferma di non essersi occupato direttamente del provvedimento, ma assicura che il Comune sta lavorando alla pubblicazione di un bando di gara e a un progetto di riqualificazione generale dell’area. Un bando atteso ormai da fine 2019, che ancora non si sa se sarà approntato per il 2021.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità