Menu
Cerca
tigullio in lutto

La morte di Simona Liubicich a 50 anni. La cognata: “Era di una bellezza sfrontata”

"Nessuno pensava che se ne andasse così velocemente". Autrice di appassionati romanzi erotico-sentimentali, domani il funerale a Lavagna

La morte di Simona Liubicich a 50 anni. La cognata: “Era di una bellezza sfrontata”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 12 Aprile 2021 ore 16:33

Lavagna, il Tigullio e il mondo della cultura piangono la scomparsa a soli 50 anni della scrittrice Simona Liubicich. Centinaia i messaggi di cordoglio sotto la drammatica notizia data dalla cognata Paola attraverso un commovente post su facebook: “Ieri sera, 10 aprile, la pioggia battente si è portata via Simona Liubicich Garaventa, mia cognata e compagna della mia giovinezza. Ha combattuto come una leonessa con il male che le faceva compagnia da anni (“Sono diventata amica della morte” mi aveva scritto recentemente), senza perdere la forza e la determinazione che ne hanno segnato la vita”.

Le parole del sindaco di Chiavari dopo aver appreso la notizia

La morte di Simona Liubicich, origini serbo croate, lascia nel dolore il marito Francesco Garaventa e la giovane figlia Gaia, oltre ai genitori Giorgio e Ileana Slivic. Domani martedì 13 aprile nella basilica di Lavagna verranno celebrati i funerali alle ore 15.

Il ricordo della cognata Paola

“Simona era bellissima – ricorda la cognata Paola Castagnino, che a corredo pubblica una suggestiva foto di Simona da giovane –  di quella bellezza quasi sfrontata che faceva voltare le persone per strada. Con lei, con Cristina Castagnino, Minea Coccioni, Michy Nikita, Clizia Canavese, Laura Ghio abbiamo condiviso decine di passerelle e, sempre, riusciva a incantare con la grazia e l’eleganza innata.
Mi piace ricordarla con questa foto, splendida nei suoi vent’anni baciati dal sole e dal mare del Tigullio. Stasera è stato un susseguirsi di messaggi increduli. In tantissimi la abbiamo seguita in questi ultimi mesi e giorni. Nessuno pensava che se ne andasse così velocemente, ma tutti eravamo certi che avrebbe conservato, anche davanti alla morte, l’eleganza e la dolcezza dei suoi ultimi giorni.
Che la terra ti sia lieve, che tu possa vegliare da lassù sulla tua splendida figlia, su tuo marito e tutta la tua famiglia. Noi ti cercheremo nelle terse giornate d’inverno, quando il cielo è di un blu intenso e il mare sembra argento, prezioso ed aristocratico come te”.  

Autrice di genere erotico-sentimentale, ma anche apprezzata per i risvolti storici e psicologici dei suoi romanzi, Simona Liubicich Garaventa aveva all’attivo una ventina di libri pubblicati.