Camogli

La piscina ha un mese e già ci piove dentro

Inaugurata con una festa il 5 settembre, dopo un restyling da 130.000 euro, alla presenza del sindaco Olivari, il presidente ‘Rari Nantes Camogli 1914’ Massimo Bozzo, progettisti e autorità

La piscina ha un mese e già ci piove dentro
15 Ottobre 2020 ore 14:51

A un mese dall’inaugurazione già piove dentro la nuova piscina. È stata inaugurata con una festa sabato 5 settembre, dopo i lavori di restyling del valore di quasi 130.000 euro, alla presenza del sindaco Francesco Olivari, il presidente della ‘Rari Nantes Camogli 1914’ Massimo Bozzo, progettisti e altre autorità (foto).

Il caso

L’impianto ha subito la regolarizzazione del fondo e l’integrale sostituzione del telo di rivestimento, oltre ad una serie di opere manutentive di rafforzamento strutturale, opere terminate con due settimane di anticipo. I lavori, iniziati a giugno, come da accordi di concessione con la Rari Nantes che gestisce la piscina, sono proceduti celermente, tanto che a Ferragosto la vasca era già piena. Come previsto dalle norme Fin, oggi l’altezza massima della vasca è di 2 metri e ciò consente il rafforzamento strutturale dell’impianto, sia in termini di funzionalità, che di economia di esercizio. Bilancio permettendo, si vorrebbe anche rivestire pavimenti e pareti e il prossimo obiettivo è la copertura dell’impianto, per renderlo fruibile anche in estate. Ebbene, a pochi giorni della riapertura e anche a causa delle forti piogge si sono verificate importanti infiltrazioni in vari punti della copertura dell’impianto. Sembrano essere causate da condizioni di ammaloramento di alcuni elementi della copertura stessa. Per queste criticità il 9 settembre è stato tempestivamente effettuato un sopralluogo (di cui nessuno ha avuto notizia se non sull’albo pretorio), da parte dell’ufficio tecnico comunale e del tecnico incaricato Giorgio Fassi, che che già si è occupato delle precedenti ristrutturazioni. L’obiettivo è trovare rimedio alla grave e cercare di individuare con precisione le zone dell’infiltrazione. A fine sopralluogo è apparsa come unica soluzione quella di: “Provvedere a puntuali lavorazioni di sigillatura e messa in opera di guaina, bituminose e protezioni – si legge nella delibera – mediante scossaline in rame”. Il giorno successivo ecco pronta la perizia tecnica-economica di Fassi, con l’importo relativo alle riparazioni urgenti da effettuare corrispondente a 6261 euro oltre Iva. L’amministrazione con urgenza si è quindi servita della piattaforma Mepa per l’affidamento dei lavori che saranno eseguiti da un’azienda di San Colombano Certenoli per 5700 euro circa oltre l’Iva al 22% quindi circa 7000 euro. Il direttore dei lavori è Giovanni Mezzano. Voce a bilancio: ‘Opere urgenti di ripristino porzioni copertura della piscina comunale’.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità