Menu
Cerca

La Pro Recco Rugby piange il suo capitano Matteo

Il 27enne Costa che ha perso la vita in un incidente tra Sori e Mulinetti il weekend scorso, era un punto di riferimento importante per la squadra

La Pro Recco Rugby piange il suo capitano Matteo
Cronaca Golfo Paradiso, 23 Luglio 2018 ore 07:53

Anche il mondo dello sport in lutto per l’improvvisa scomparsa del 27enne Matteo Costa, morto tra sabato e domenica in un incidente con la sua moto tra Sori e Mulinetti.

“Lo squalotto Matteo ha passato la palla questa notte”

Matteo era infatti il capitano della Pro Recco cadetta di rugby. Nella giornata di ieri domenica 22 luglio, tantissimi i messaggi di cordoglio per la morte del giovane. E anche la stessa squadra sui social network partecipa al dolore che colpisce un intero territorio:

“Con lo strazio nel cuore, la Pro Recco Rugby si unisce al lutto della famiglia e degli amici per la tragica ed improvvisa scomparsa dello Squalotto Matteo Costa, che ha passato la palla questa notte. Che la terra ti sia lieve Matte”.

Ingegnere, era milite dei Volontari del Soccorso di Ruta

Oltre alla grande passione per il rugby, Matteo era ingegnere dell’Ansaldo e milite dei Volontari del Soccorso di Ruta di Camogli, dove abitava.

Il 27enne è morto quasi sul colpo dopo lo scontro della sua moto Aprilia 650 contro un’auto che stava provenendo dalla corsia opposta. Inutili, purtroppo, i tentativi per rianimarlo.

L’automobilista, riporta oggi la stampa locale, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, i suoi valori all’alcol test erano superiori alla media; l’auto e la moto sono stati sottoposti a sequestro e nelle prossime ore potrebbe essere disposta l’autopsia sul giovane corpo del rugbista.

 

(foto Facebook)