La protesta di un cittadino lavagnese: «La piazza che nessuno pulisce»

«A Lavagna in via Garibaldi, di fronte al civico 80, c'è una piazza che nessuno pulisce: perché?»

La protesta di un cittadino lavagnese: «La piazza che nessuno pulisce»
Chiavari - Lavagna, 26 Agosto 2018 ore 17:23

«A Lavagna in via Garibaldi, di fronte al civico 80, c'è una piazza che nessuno pulisce: perché?». A scriverlo in una lettera, indirizzata anche al segretario generale del Comune di Lavagna, un cittadino che lamenta la presenza di sporcizia in città. «Le foto che allego – prosegue la missiva- sono state scattate la mattina del 18 agosto, ma la situazione è sempre uguale più o meno tutto l'anno. I problemi sono diversi, non solo quello visivo, ma anche quello igienico, topi e gabbiani hanno ormai preso la piazza come mensa fissa, e non da ultimo il fatto che tutte queste foglie che rimangono a terra, finiscono nei tombini della raccolta delle acque piovane intasandoli inevitabilmente. Senza tornare alla terribile alluvione del 2014, con questa situazione di incuria e trascuratezza, portoni e cantine di via Garibaldi sono costantemente allagati – si legge ancora nella lettera - garage, box, portoni e cantine sono costantemente esposte ad allagamenti alla prima pioggia un po' più intensa del normale e i privati cittadini devono provvedere ad asciugare e ripulire ogni volta. Visto che i cittadini di via Garibaldi sono contribuenti come gli altri – si conclude la lettera - ci chiediamo perché in questa piazza non passa lo spazzino? Perché non si provvede ad una pulizia dei tombini che raccolgono le acque piovane? Abbiamo appena visto quali tragedie possono essere causate dall'incuria e dai mancati lavori di manutenzione, mi riferisco al ponte Morandi a Genova, cosa aspettiamo ad intervenire in via Garibaldi a Lavagna, una tragedia?».