La satira del Confeugo di Chiavari

Come da tradizione i Rebelli hanno commentato i fatti che hanno caratterizzato la cittadina dei portici nel 2017

La satira del Confeugo di Chiavari
Chiavari - Lavagna, 29 Dicembre 2017 ore 17:50

Grande partecipazione lo scorso 17 dicembre per il tradizionale Confeugo davanti al palazzo comunale di piazza Nostra Signora dell’Orto a Chiavari. Alla manifestazione, non sono mancati i Rebelli, le tradizionali maschere interpretate da Giandomenico Solari e da Irene Pareti, portavoce dei “mugugni” della cittadina dei portici con la loro satira.

Come da tradizione i Rebelli hanno commentato i fatti che hanno caratterizzato la cittadina dei portici nel 2017

I Rebelli hanno commentato il cambio della guardia dell’amministrazione comunale: "Tanti noevi, tanti zueni ne faian campà sereni anche se, pe dii a veitè quarche faccia veggia a gh’è!", Come “riesumando” come assessore, il ginecologo Giuseppe Corticelli che "cuu u mesrè cu l’aia in man u ghe meghe e musse chi faian!".

Una battuta anche sul sindaco Marco Di Capua erede di Vittorio Agostino: «U l’è erede du Gustin, e u se ciamme ben Di Capua… Vurria miga spustà a statua?".