Santa Margherita Ligure

L’Abbazia della Cervara apre le sue porte

La piccola rivoluzione sul Monte di Portofino

L’Abbazia della Cervara apre le sue porte
Rapallo - Santa Margherita, 23 Agosto 2020 ore 16:42

Dopo secoli di storia l’Abbazia della Cervara apre le sue porte ad un turismo selezionato, offrendo la possibilità di soggiornare in una delle 11 camere e suite dislocate tra il Convento e l’antica Torre Saracena. Un privilegio sorprendente, per certi versi pura inaspettato, per viaggiatori in cerca di esperienze da ricordare.

“La Cervara è un luogo di indicibile bellezza, un monumento nazionale – spiega Chiara Mapelli, proprietaria dell’antica dimora -. Per mio padre è stato amore a prima vista, in meno di 24 ore ha deciso di acquistare l’antica Abbazia e a partire dal 1990, anno in cui la nostra famiglia ne è entrata in possesso, l’impegno è stato quello di restituire il complesso monumentale e i suoi giardini allo splendore di un tempo”.

Gli imponenti lavori di recupero e restauro sono durati oltre trent’anni e proseguono ancora oggi, e sono stati condotti sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici della Liguria, affidandosi ai massimi esperti. Basti pensare che per l’intervento di restauro pittorico la famiglia Mapelli ha chiamato Pinin Brambila Barcilon, la celebre restauratrice del Cenacolo di Leonardo.

“Il nostro obiettivo primario è quello di riportare la Cervara al suo originario ruolo di centro pulsante di diffusione culturale, collaborando con organismi locali e internazionali – continua la giovane imprenditrice – Sono da poco diventata mamma, e questo mi ha fatto riflettere sulle responsabilità della mia famiglia nel preservare l’immenso patrimonio di storia e cultura che rappresenta la Cervara, per consegnarlo alle generazioni future. Proprio il senso di responsabilità nei confronti di questo monumento nazionale ci spinge oggi ad aprire le porte della dimora ad un turismo selezionato, per condividere il privilegio di un soggiorno nella bellezza della storia, ma soprattutto per consentire alla Cervara di poter disporre di tutte le risorse necessarie per conservarsi intatta per le generazioni a venire”.

A partire dal mese di agosto, per la prima volta nella sua storia secolare, la Cervara, Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino, offre quindi la possibilità di soggiornare presso i suoi spazi esclusivi.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità