Chiavari

L’ambientalista Vaccaro: “Casa demolita a Sant’Andrea di Rovereto, che peccato!”

L’abitazione abbattuta per poi essere ricostruita 

L’ambientalista Vaccaro: “Casa demolita a Sant’Andrea di Rovereto, che peccato!”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 08 Agosto 2020 ore 14:17

È stata demolita da poche settimane, la casa di Sant’Andrea di Rovereto situata poco poco il semaforo davanti all’ex albergo Mare-Monti.

Chiavari

L’abitazione situata nel lato mare della via Aurelia è oggi di proprietà di un privato, ed era una delle ultime case tipiche liguri, quelle “colorate” a pastello.

L’abitazione abbattuta per poi essere ricostruita

Per l’intervento, concessi il titolo edilizio e l’autorizzazione di Anas, l’autorizzazione paesaggistica del Comune di Chiavari e l’autorizzazione naturalistica dell’Ente Parco Portofino, per via della presenza di un Sic, Sito di interesse comunitario; il tutto tra metà 2019 e inizio 2020.

“Sono rimasto “sepolto” sotto le macerie”

A rendere nota la notizia, l’ambientalista chiavarese Rino Vaccaro, ex vicepresidente di “Italia Nostra”, e residente a Sant’Andrea di Roverero al confine con Zoagli, in una casa di campagna a circa 300 metri dalla demolizione:

“La casa demolita era una casa di campagna come la mia, e sono rimasto, in modo figurato, sotto le sue macerie – racconta Vaccaro -. Ora, per diversi chilometri, fino al castello Sem Benelli sul lato mare, è rimasta solo una casa rossa un pò sbiadita, una di quelle case tipiche dei borghi liguri, ormai quasi tutte sparite”.

È stata valutata la franosità dell’area?

“La demolizione della casa è avvenuta inizialmente, senza l’affissione di alcun cartello di inizio lavori come previsto dalla legge  – spiega Vaccaro -. Il cartello è stato posto successivamente dopo una mia istanza. Leggendolo, poi, non compare in alcun modo alcuna autorizzazione geologica. In tutto ciò, quindi non ho ancora capito come abbiano potuto ignorare la situazione di grave franosità dell’area”.

Chi ha le competenze per questo intervento?

“Regione Liguria favorisce demolizioni e ricostruzioni a volume ampliato, vedi la legge regionale recentemente approvata. L’Ente Parco Portofino, competente per gli aspetti naturalistici relativi al Sic, ha autorizzato il progetto. Ed il Comune, competente per gli aspetti paesaggistici, ha approvato. Certamente, il Comune non è all’altezza per esprimere un parere qualificato sull’intervento. Questo intervento, insieme a molti altri, spiega le ostilità dei comuni di Chiavari e di Rapallo, al parco di Portofino. L’intenzione è di escludere i territori di valore ambientale come la pineta e il lecceto delle Grazie e l’area di Montallegro-Caravaggio dal parco”.

L’intervento davanti al progetto dell’ex albergo Mare-Monti

L’intervento di abbattimento e ricostruzione è stato realizzato davanti al complesso residenziale costruito sulla Via Aurelia al posto del vecchio Albergo Mare e Monti di Sant’Andrea di Rovereto:

“È veramente singolare che tante risorse economiche siano state investite per demolire una costruzione tipica, come l’ex albergo Mare Monti; un immobile disabitato da più di 5 anni”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità