L’inaugurazione dell’ascensore di Uscio nel segno di Luciano Lucci Romano

La cerimonia in piazza della Resistenza è stata fissata nel tardo pomeriggio di giovedì 12 luglio, alle 18

L’inaugurazione dell’ascensore di Uscio nel segno di Luciano Lucci Romano
Golfo Paradiso, 09 Luglio 2018 ore 13:25

Un ricordo, giusto, sincero e doveroso per commemorare una persona umile e onesta che al paese ha dato molto. Si può sintetizzare così l’inaugurazione del nuovo ascensore di piazza della Resistenza in memoria di Luciano "Lucci" Romano che permette di accedere ai locali sottostanti quali ambulatori medici, sala polivalente e palestra.

Cerimonia di inaugurazione giovedì 12 luglio alle 18

La cerimonia di inaugurazione è fissata per giovedì 12 luglio alle 18. L’ascensore che collega la piazza con ambulatori medici, sala polivalente e palestra è infatti intitolato alla memoria dell’usciese tragicamente scomparso nel settembre 2014 mentre era intento ad allestire gli stand in vista della festa patronale. L’ascensore è utile, soprattutto per le persone anziane, ma è ancora più importante sottolineare il fatto che l’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Garbarino abbia deciso di intitolarlo alla memoria di Luciano “Lucci” Romano.

Chi era "Lucci", un uomo semplice e umile

Un uomo semplice e umile che al paese ha dato molto, troppo, se pensiamo che nel settembre del 1994 perdeva la vita mentre stava allestendo le strutture della festa patronale che sarebbe iniziata nei giorni seguenti. In quella stessa piazza dove nei mesi scorsi è stato montato il nuovo ascensore, «Lucci» pagava a caro prezzo la sua generosità e altruismo. Veniva colta dall’arrivo inaspettato di una tromba d’aria che portava via il box in lamiera dove era intento ad eseguire alcuni lavori. Un volo di diversi metri che risultarono fatali. Una morte istantanea, con “Lucci” riverso a terra vicino l’inseparabile cappello di paglia. Forse perché “figli di un Dio minore” le persone semplici, spesso, vengono dimenticate in fretta. Meglio ricordare i grandi personaggi, quelli che consentono contemporaneamente di celebrare i celebranti.

Per l'occasione ci saranno le sue famose focaccette

Garbarino ha invece rivolto il pensiero a “Lucci” e quanti l’hanno conosciuto non possono che rendergliene merito. Per l’occasione saranno preparate persino le sue famose “focaccette”. Chissà se saranno buone come le sue, delle quali deteneva una segreta ricetta, un fatto è certo per tanti usciesi il gusto non avrà significato in quanto andranno direttamente nel cuore.