L'Istituto Comprensivo di Sestri Levante premiato al Politecnico di Milano

A vincere per l'Istituto Comprensivo di Sestri Levante il plesso "Papa Giovanni XXIII"

L'Istituto Comprensivo di Sestri Levante premiato al Politecnico di Milano
Sestri - Val Petronio, 06 Giugno 2018 ore 16:31

Una scuola dell'Istituto Comprensivo di Sestri Levante premiata dal Politecnico di Milano, nell'ambito di "PoliCultura Day 2018 – Digital Storytelling a scuola".

A vincere per l'Istituto Comprensivo di Sestri Levante il plesso "Papa Giovanni XXIII"

Una scuola di Sestri Levante è risultata vincitrice ieri al Politecnico di Milano a Policultura, il concorso di storytelling digitale collaborativo a scuola più ampio al mondo. Per la categoria Scuola Primaria ha vinto l’Istituto Comprensivo di Sestri Levante - Plesso "Papa Giovanni XXIII" di Sestri Levante con la narrazione Pane e olio a Sestri Levante. "Manipolare, odorare, gustare, osservare, ascoltare, cantare, produrre - la motivazione del premio -. Ecco la sintesi della narrazione "Pane e Olio a Sestri Levante". Il percorso formativo, mettendo in luce le peculiarità del territorio, coniuga felicemente le tecnologie con modalità didattiche attive, in modo organico e originale".

Il link della narrazione digitale degli studenti dell'Istituto Comprensivo di Sestri Levante

Coerente e ben strutturata l'interazione delle varie proposte didattiche, che hanno contribuito al pieno coinvolgimento dei bambini e veicolato contenuti in modo efficace. Le visite guidate e l'intervento degli esperti hanno ampliato ulteriormente le opportunità di espressione e il ruolo centrale degli alunni. La creazione dei testi delle canzoni, ben montati nei video con didascalie in stile karaoke, sono stati decisamente accattivanti e simpatici. Il link per seguire la narrazione digitale è http://www.1001storia.polimi.it/concorso/policultura2018/p_3756/

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo di Sestri Levante vittoriosi tra le 22 scuole finaliste

Più di 250 studenti e docenti delle 22 scuole finaliste provenienti da tutta Italia hanno affollato ieri, martedì 6 giugno, le aule del Politecnico di Milano. Il concorso è attivo dal 2006. Coinvolte fino ad oggi 37.000 studenti, 3.000 docenti e 18 paesi, dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria superiore. Grazie a Policultura studenti e docenti delle scuole di tutta Italia creano narrazioni interattive con audio, video, immagini e testo grazie a uno “strumento-autore” sviluppato dal laboratorio HOC-LAB del Politecnico di Milano e reso disponibile alle scuole.

PoliCultura, un esempio di collaborazione tra università e mondo scolastico

Dal 2006 sono state prodotte più di 1788 storie multimediali, per un totale di 580 ore di narrazioni. All’edizione 2018 hanno partecipato 2600 studenti e 210 insegnanti che hanno realizzato un totale di 105 narrazioni. Tanti i temi affrontati nelle narrazioni digitali, dall’ambiente alla cultura e alla filosofia, dalla lotta alla mafia alle STEM, dal cyber bullismo alla disabilità. Un bell’esempio di università che collabora con il mondo della scuola per trasmettere competenze tecnologiche e trasversali.