Lo stato dei ponti chiavaresi

Preoccupano i ponti della città, dopo la tragedia del 14 agosto; ordinanze del sindaco sui ponti del Rupinaro e controlli sull'Entella

Lo stato dei ponti chiavaresi
Chiavari - Lavagna, 03 Settembre 2018 ore 13:29

Lo scorso venerdì 17 agosto il sindaco ha firmato un’ordinanza che disciplina la circolazione sui ponti sul torrente Rupinaro. A seguito delle prove di carico statico effettuate lo scorso mese di aprile, su consiglio dell’ufficio Servizi Tecnologici, l’ordinanza stabilisce che sui ponti del Rupinaro in corso Valparaiso, corso Italia e viale Tappani si applichi un limite di velocità massima di 30km/h per tutti i veicoli di massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate. Vietato totalmente il transito a mezzi pesanti la cui massa complessiva superi le 45 tonnellate.

Lo stato dei ponti su Rupinaro e Entella

«Come fatto per i ponti di corso Valparaiso e viale Tappani, effettueremo a breve nuove verifiche statiche sugli altri ponti sul Rupinaro. A breve conferiremo l’incarico per la verifica per i ponti di corso Italia, corso Genova, piazza Antonio Solari, tra via Santa Chiara e via Franceschi, del passaggio pedonale di Sampierdicanne e quello sottostante il viadotto, sempre a Sampierdicanne». Insieme ad Anas, Città Metropolitana e i comuni confinanti di Lavagna e Cogorno, seguiranno incontri per i ponti presenti sul fiume Entella. Tra questi quello della Maddalena e corso Dante, Caperana e alla foce del fiume Entella.

«La situazione sulla resistenza dei ponti nel complesso è buona. Il ponte di corso Valparaiso, stando ai dati delle verifiche, ha un’ottima resistenza nonostante gli evidenti segni di deterioramento per il salino. Anche se tra il 2020 e il 2021, il ponte verrà abbattuto e ricostruito, effettueremo a breve un intervento di 20 mila euro per monitorarlo e ripitturarlo per migliorarne l’aspetto estetico». Preoccupa anche lo stato del viadotto autostradale che attraversa la città da Sampierdicanne a Caperana.