Mangiante si è dimesso da Marina Chiavari

L'ormai ex amministratore unico sarebbe dovuto rimanere alla guida di Marina Chiavari fino a aprile

Mangiante si è dimesso da Marina Chiavari
Chiavari - Lavagna, 19 Gennaio 2018 ore 15:39

Gian Alberto  Mangiante ha rassegnato le proprie dimissioni dal ruolo di amministratore unico di Marina Chiavari. Decisione, quella dell’ex presidente dell’Ordine dei Commercialisti, giunta a sorpresa ma non troppo visto che sarebbe dovuto rimanere alla guida di Marina Chiavari fino ad aprile.  “Lo ringrazio perché sin dalla mia elezione ha subito dato la propria disponibilità a dimettersi, essendo stato incaricato dalla precedente amministrazione – ha affermato il sindaco di Chiavari Marco Di Capua - ho deciso in questi mesi di avvalermi della sua preziosa collaborazione e professionalità, essendo un collega che conosco da anni e che stimo, e voglio quindi esprimere la mia gratitudine per tutto il lavoro svolto presso Marina Chiavari: l’adeguamento alla legge Madia, lo statuto di Marina Chiavari, la sua consulenza che ha fornito al socio unico, il Comune di Chiavari, per il passaggio alla gestione in house dei parcheggi a pagamento”.

L'ormai ex amministratore unico sarebbe dovuto rimanere alla guida di Marina Chiavari fino a aprile

Mangiante vanta un curriculum importante, da curatore fallimentare e consulente fiscale per enti pubblici e privati ha lavorato in diversi enti e società che non se la passavano bene, dal punto di vista economico.

Mangiante è presidente del consiglio di amministrazione di Rivieracqua

Mangiante, attualmente, presidente del consiglio di amministrazione di Rivieracqua, società pubblica con sedi a Imperia e Sanremo dallo scorso 13 dicembre, dopo le dimissioni del vecchio CdA a seguito delle indagini che ruotano attorno alla società idrica della provincia di Imperia, per scandali, arresti e indagati dovuti a spese folli, consulenze sospette e concorsi truccati.