IL PROVVEDIMENTO

Mascherine, a Chiavari ordinanza prorogata sino al 30 settembre

Quattro le persone positive al coronavirus in città

Mascherine, a Chiavari ordinanza prorogata sino al 30 settembre
Chiavari - Lavagna, 02 Settembre 2020 ore 16:05

A Chiavari il sindaco Marco Di Capua ha firmato oggi la proroga dell’ordinanza che obbliga, sino al 30 settembre, ad usare  mascherine in determinate aree.

Dove si deve indossare

Sino al 30 settembre dunque obbligatorio indossare la mascherina nelle seguenti situazioni: sui mezzi di trasporto pubblico; all’interno degli uffici pubblici, dei pubblici esercizi e delle altre attività commerciali ed artigianali in genere; all’interno delle aree mercatali nonché di altre manifestazioni espositive turistiche e commerciali. È comunque obbligatorio avere al seguito la mascherina o altri dispositivi di protezione individuale, ed indossarla in tutte le situazioni in cui non sia possibile mantenere un distanziamento tra le persone non conviventi di almeno di un metro. Nel corso di attività sportive individuali la distanza interpersonale è di 2 metri. Sono comunque esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina i bambini al di sotto dei sei anni ed i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina. L’utilizzo in maniera impropria dei sistemi di protezione, laddove obbligatorio, equivale, ai fini della sanzione, al mancato utilizzo degli stessi.

L’ordinanza sindacale:

Ordinanza Sindacale 29 del 2 settembre 2020 proroga disposizioni uso della mascherina dal 2 settembre al 30 settembre 2020

I contagi in città: 4 positivi

Poco fa, come sempre, Di Capua ha aggiornato sui social la situazione covid in città.

Vi aggiorno sull’andamento dei contagi da COVID-19 su Chiavari.

Nessuna variazione rispetto a ieri, sia per le persone contagiate, sia per le persone in isolamento fiduciario.
Le persone positive attualmente a Chiavari sono sempre 4.
Delle 4 persone, 3 sono chiavaresi e 1 e’ residente fuori Liguria.
Le persone in sorveglianza attiva sono 18, 13 per rientro dall’estero e 5 per contatti con persone positive.
Tutti stanno sostanzialmente bene.
È necessario non abbassare la guardia e rispettare le norme anti contagio: utilizzare la mascherina in tutti i casi indicati da apposita ordinanza comunale, mantenere il distanziamento interpersonale e lavarsi spesso le mani.
Nessun allarmismo, ma dobbiamo prestare massima attenzione e mettere in atto ogni misura precauzionale nell’interesse della salute pubblica”.
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità