Leivi

Mercatino di Leivi: bilancio positivo

L’iniziativa viene riproposta da circa una decina di anni, sempre con successo e partecipazione

Mercatino di Leivi: bilancio positivo
Valli ed entroterra, 03 Ottobre 2020 ore 15:19

Valorizzazione del territorio e delle sue eccelenze: si è chiuso con il mese di settembre il mercatino agricolo che si svolge in piazzale Sanguineti (località Rostio) a Leivi.

Leivi

Un’iniziativa che ormai si ripete da molto tempo e che viene molto apprezzata dai locali e non.

“Anche quest’anno il mercatino ha avuto un buon riscontro – traccia un bilancio Alberto Sanguineti , portavoce – . Sono arrivate persone nuove che hanno domostrato di aver apprezzato i prodotti del territorio. C’è anche da aggiungere che, nonostante il Covid – 19,  gli operatori si sono organizzati in maniera eccellente per rispettare le normative”.

Il sipario è calato sull’iniziativa l’ultimo sabato settembre, ovvero il 26, con il mantenimento del solito orario dalle 8 alle 12.

“Nel corso dell’estate sono stati circa cinque i banchetti presenti tra agricoltori e produttori locali, una partecipazione che è dipesa anche dalla quantità di materie prime”.

Sui banchi hanno fatto bella mostra di sé ortaggi, frutta, miele e, nell’ultimo periodo, anche funghi freschi e secchi.

“È un progetto di valore ed è altresì la dimostrazione che è importante credere in queste iniziative anche nel piccolo, altrimenti il territorio viene dimenticato. Inoltre è un’ opportunità che mette in luce Leivi che ritengo essere dal punto di vista agroalimentare un’ eccellenza”.

Il mercatino in piazzale Sanguineti viene organizzato da circa una decina d’anni, i clienti sono per lo più fissi:

“Possiamo dire che circa l’ottanta per cento sono affezionati e che già dalla prima mattina sono sul posto per assicurarsi le primizie degli operatori locali”, spiega Sanguineti.

Nel passato si è tenuto anche il mercatino di Natale organizzato con la collaborazione della Scuderia Auto Moto Retrò.

“Si spera di riuscire a replicarlo anche quest’ anno ma molto dipende da come si evolverà la situazione sanitaria”, conclude Alberto Sanguineti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità