Michele De Ferrari a 8 anni è una promessa del go-kart

Primi successi per il giovane cicagnino che guarda già al 2019

Michele De Ferrari  a 8 anni è  una promessa del go-kart
Cronaca Valli ed entroterra, 28 Ottobre 2018 ore 16:56

Michele De Ferrari sale sul podio. A soli 8 anni il  giovane fontanino portacolori dell’Entella Karting  sembra sulla strada giusta per diventare un protagonista nel non facile mondo dei motori.

Il 2018 è stata una stagione agonistica importante

Il 2018 è stata una stagione agonistica importante in cui ha conquistato sia la sua prima vittoria assoluta, nell’ultima gara della serie disputata alla pista Winner di Nizza Monferrato, che la seconda posizione finale nel campionato di 1^ Zona (Piemonte, Lombardia, Liguria e Valle d’Aosta) Categoria 60 mini Entry level, dove ha primeggiato anche tra i piloti liguri partecipanti.
Bella la stagione disputata dal simpatico Michelino e soprattutto molto intensa, considerato che la serie regionale era articolata su sei gare, alternate sull’impianto piemontese e sulla pista dei 7 Laghi a Castelletto di Branduzzo. Il portacolori dell’Entella Karting è giunto due volte terzo e tre secondo, prima del successo assoluto, conquistato per pochi metri a spese del favorito torinese Christian Romeo, anche lui giovanissimo ma con oltre 50 gare all’attivo, rimasto sorpreso dall’exploit del giovane pilota di Cicagna. Michelino può sempre contare sull’apporto della famiglia e del padre suo principale supporter e sponsor.

Il papà: «Archiviamo questa stagione con grande soddisfazione»

«Archiviamo questa stagione con grande soddisfazione – osserva papà Silvano, che negli anni Novanta è stato un buon rallista – e iniziamo a pensare al 2019 in cui parteciperemo all’agguerrita classe superiore 60 mini, una categoria molto partecipata in cui ce le dovremo vedere con veri “leoni” seguiti da team ufficiali. Noi ci riproviamo, sempre da privati, confidando anche nell’aiuto di qualche supporto che ci permetta di essere sempre competitivi e con materiale… “fresco”, tanto da non essere molto distanti, in competitività, dagli altri giovani piloti ufficiali, che hanno sempre motori molto performanti, con le più recenti evoluzioni, e gomme sempre nuove, sia nelle prove che in gara. L’obiettivo principale sarà quello di fare esperienza e divertirci insieme, Miki come pilota e io come aspirante meccanico e coach. Se poi ci sarà l’opportunità di cogliere qualche buon piazzamento, vedremo di farci trovare pronti».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli