Menu
Cerca
Risparmio energetico

M’illumino di meno a Chiavari. Venerdì sera Palazzo della Cittadella si spegne

L'edizione 2021 è dedicata al "Salto di Specie", per uscire più consapevoli dalla pandemia. Tra le adesioni consolidate spicca quella di Coop Liguria

M’illumino di meno a Chiavari. Venerdì sera Palazzo della Cittadella si spegne
Cronaca Chiavari - Lavagna, 25 Marzo 2021 ore 16:56

Anche il Comune di Chiavari aderisce a “M’illumino di meno”, la Giornata dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili, lanciata dalla trasmissione Caterpillar e Radio2 nel 2005.

Venerdì 26 marzo l’illuminazione della facciata del Palazzo della Cittadella, di piazza Mazzini, rimarrà spenta. Piccoli gesti simbolici per incentivare comportamenti volti ad un maggior rispetto dell’ambiente e per sensibilizzare la cittadinanza ad un uso consapevole dell’energia, e più in generale di tutte le risorse a disposizione.

L’edizione 2021 è dedicata al “Salto di Specie”, per uscire più consapevoli dalla pandemia

«L’edizione di quest’anno è dedicata al “Salto di Specie” ed è, senza dubbio, un’occasione significativa per riflettere sulla riduzione dei consumi e sul contrasto ad ogni forma di spreco, ma
anche il momento adatto per promuovere stili di vita consapevoli per giungere ad un’evoluzione ecologica necessaria ad uscire dalla pandemia nel miglior modo possibile. Anche l’associazione Croce Rossa Italiana, comitato di Chiavari, sostiene tale progetto, spiega il sindaco, Marco Di Capua.

A Chiavari in corso riqualificazione energetica dell’illuminazione pubblica

“Un’iniziativa che non è fine a sé stessa – sottolinea il Sindaco – e che trova applicazioni concrete nel Comune che amministro: abbiamo dato avvio ad un’operazione di efficientamento e di riqualificazione energetica di tutta l’illuminazione pubblica. I vecchi lampioni hanno lasciato il posto a nuovi impianti a led con un risparmio considerevole in termini di spesa corrente nel medio-lungo periodo, una maggiore durata e minori costi di manutenzione. Ad oggi circa il 55% dell’illuminazione chiavarese è a led».

L’adesione di Coop Liguria

Anche nel 2021, per il sedicesimo anno di fila, Coop aderisce all’iniziativa. A partire dalle 18 del 26 marzo, pertanto, i supermercati, gli ipermercati e i centri commerciali di Coop Liguria abbasseranno simbolicamente le luci. Radiocoop, inoltre, trasmetterà come sempre la diretta del programma.

Da tempo Coop ha abbandonato i sistemi di illuminazione tradizionali a favore delle luci a led, che con il loro alto rendimento riducono i consumi di energia elettrica. A livello nazionale, i punti vendita e i parcheggi Coop illuminati completamente a led sono 545 e generano un risparmio energetico stimato in circa 57 milioni di kWh annui, consentendo di evitare l’immissione in atmosfera di oltre 19.280 tonnellate di CO2.

Coop Liguria concorre a questo risultato, avendo ormai quasi completato la sostituzione degli impianti di illuminazione tradizionali in tutti i suoi negozi, gallerie e parcheggi, con un risparmio energetico nell’ordine del 50% rispetto alle luci a fluorescenza usate fino a qualche anno fa. Coop Liguria ha anche installato nove impianti fotovoltaici presso la sede di Arenzano e presso otto punti vendita o distributori Enercoop. L’impianto di Santa Margherita Ligure, realizzato di recente, non ha ancora l’autorizzazione per produrre energia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli