CHIAVARI

Mondo della scuola in lutto per la prof Anna Celano

Il ricordo dell'Istituto Caboto

Mondo della scuola in lutto per la prof Anna Celano
Chiavari - Lavagna, 02 Settembre 2020 ore 17:52

Mondo della scuola in lutto per la prof Anna Celano, mancata questa mattina.

Insegnante di lettere

Già insegnante di lettere nelle scuole superiori, ha lavorato per diverso tempo all’Istituto Caboto di Chiavari. Aveva smesso di lavorare a causa di una malattia e nonostante l’infermità, riusciva a comunicare con amici e i figli attraverso la tecnologia. Questa sera alle 19 il rosario nella chiesa di San Giovanni a Chiavari dove domani giovedì 3 settembre, alle 10, sarà celebrato il funerale, sarà presente il Vescovo di Pavia monsignor Corrado Sanguineti. Vedova da più di vent’anni, lascia i figli Simone e Gabriele Falzetti.

Il ricordo del Caboto

In giornata è anche arrivato il ricordo dell’Istituto Caboto:

“Questa mattina, nella sua casa, è salita in cielo la nostra amica, ex collega, Anna Maria Celano. Anni fa, con dolore, ha dovuto lasciare l’insegnamento per complicazioni della malattia sopraggiunta come un treno in corsa. Anna aveva a cuore i suoi ragazzi e ha continuato a guardarli e ad averne ‘cura’. La passione per il suo lavoro era contagiosa. La ricordiamo con alcune righe di un libro in cui una ex alunna parla della sua professoressa.

(…) È stata la mia professoressa di lettere a farmi amare quel libro. Ma lei mi fa amare tutta la letteratura, in generale; infatti l’unica cosa che mi dispiace quando marino la scuola – come oggi- è on vederla. Si chiama Anna. È in gamba, veramente troppo in gamba per insegnare in una scuola professionale. secondo me, dovrebbe stare come minimo al Ministero dell’Istruzione. Eppure sembra che la sua massima aspirazione sia fare proprio ciò che fa (…).

A volte ha difficoltà a parlare perché qualche anno fa è stata operata per un tumore alla gola. Ma quello che fatica a dire a voce, te lo trasmette benissimo con gli occhi e non si tratta solo degli argomenti della sua materia. Cioè è difficile da spiegare, ma in qualche maniera sembra che ti voglia bene solo perché sei un suo alunno e che niente di quello che potresti dire o fare, nemmeno la peggiore delle cose riuscirebbe mai a deluderla. (…)

Il suo sguardo su di te è come un plaid sulle spalle quando sei sola in casa e ti è venuto un raffreddore terribile. (…)”

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità