Santa Margherita Ligure

Movida violenta, a Santa Margherita comincia la stretta delle Forze dell’Ordine

Controlli a tappeto e presto probabili nuove ordinanze: intanto multati anche 4 locali per violazioni alle norme anti Covid-19

Movida violenta, a Santa Margherita comincia la stretta delle Forze dell’Ordine
Rapallo - Santa Margherita, 05 Luglio 2020 ore 07:47

Non solo gli immediati controlli che hanno portato ad identificare alcuni dei protagonisti delle risse fra gang giovanili legate – si presume – al mondo della trap milanese che hanno spezzato la quiete sammargheritese mercoledì e giovedì notte, ma anche una stretta a 360 gradi sulla movida in tutta la città si è avviata in queste ore.

Movida violenta, a Santa Margherita comincia la stretta delle Forze dell’Ordine

Oltra ai quattro ragazzi a cui è stato notificato il foglio di via dalla città di Santa Margherita per tre anni (e che sarà valido anche per Rapallo e Recco), ritenuti fra i protagonisti delle risse delle notti scorse, i Carabinieri di Santa Margherita nelle scorse ore hanno attenzionato anche diversi locali notturni del posto. E di irregolarità ne sono emerse molte: a partire dalle 4 sanzioni da 1.200 euro comminate ad altrettanti locali risultati inottemperanti alle norme che impongono di vietare l’assembramento di persone prive di mascherina, presenti invece nei dehors a loro in concessione. Denunciato invece per guida in stato di ebbrezza un 20enne controllato alla guida della propria autovettura con il tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge; un coetaneo, invece, è stato sanzionato per ubriachezza molesta. Nel corso dei controlli i militari hanno anche rinvenuto un panetto di hashish di circa 30 grammi occultato in un portaombrelli: non è stato sinora possibile risalire a chi appartenesse, in quanto si presume che vi sia stato gettato dal pusher appena notato l’arrivo dei Carabinieri.

Ma questo sarà probabilmente solo l’inizio di una stretta più dura sulla movida cittadina che ci si può attendere per i prossimi giorni e settimane: Donadoni è pronto a firmare nuovi provvedimenti che restringano ulteriormente la vendita e il consumo di alcolici, e dalle Forze dell’Ordine ci si può aspettare una serie di controlli a tappeto sempre più frequenti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità