La tragica vicenda di Antonella

Muore per una sfida su TikTok, un suo rene salva un bimbo del Gaslini

Ad annunciare la destinazione dell'organo, il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti in un suo post su Facebook

Muore per una sfida su TikTok, un suo rene salva un bimbo del Gaslini
Cronaca 23 Gennaio 2021 ore 00:23

Con un post su Facebook, il governatore di Regione Liguria, Giovanni Toti, annuncia che uno degli organi di Antonella Sicomero, la ragazzina palermitana, di dieci anni, morta soffocata per una presunta sfida sul social network TikTok, ha raggiunto l’ospedale Gaslini. I genitori hanno deciso per l’espianto degli organi della piccola.

Un rene di Antonella per un bimbo del Gaslini

“Sono stati donati gli organi della bimba morta per asfissia a Palermo per una challenge su TikTok. – così scrive Toti –  Un rene salverà un piccolo paziente del Gaslini di Genova. Mi sento di dire grazie a questi genitori che nello strazio hanno compiuto un enorme gesto di generosità. Mi rammarico invece per chi in queste ore giudica, sentenzia e punta il dito contro la sua mamma e il suo papà, senza rispettare il dolore di questa famiglia distrutta”

“Non possiamo sottovalutare i pericoli che si nascondono nella rete”

“Alle istituzioni  – prosegue il governatore – resta il compito di garantire la massima sicurezza ai nostri giovani sul web: servono regole, limiti precisi e controlli su tutte quelle piattaforme che sono diventate tanto presenti anche nelle vite dei più piccoli, soprattutto in questo periodo in cui trascorrono molto tempo a casa. Non possiamo sottovalutare i pericoli che si nascondono nella rete – conclude – per fare in modo che la tragedia di Antonella non si ripeta mai più.

Gli sviluppi

Su quanto sia realmente accaduto alla piccola Antonella, indaga la Polizia di Stato, che ha sequestrato lo smartphone della ragazza. Obiettivo è cercare di capire se effettivamente la morte della giovane sia riconducibile a una sfida diffusa sul web. La procura di Palermo ha aperto un fascicolo e sulla questione si è anche attivata la procura minorile: l’ipotesi di reato formulata è istigazione al suicidio. La morte celebrale di Antonella era stata dichiarata ieri, in tarda serata.  I medici hanno operato tutta la notte per salvare il cuoricino della bambina, una parte del fegato, i due reni e il pancreas, che hanno raggiunto gli ospedali di destinazione.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli