Cronaca
Il caso di 25 anni fa

Nada Cella, la cugina "Delusione e rassegnazione"

"Un funzionario di polizia, rivolgendosi a mio zio, padre della vittima, disse: 'Lei faccia il falegname che a fare il poliziotto ci penso io'"

Nada Cella, la cugina "Delusione e rassegnazione"
Cronaca Chiavari - Lavagna, 06 Maggio 2021 ore 15:30
Silvia Cella affida ai social il suo commento sulla riapertura delle indagini da parte della Procura della Repubblica di Genova sull'assassinio di Nada.

"Lei faccia il falegname che a fare il poliziotto ci penso io"

"Sono trascorsi 25 anni....la rabbia ha lasciato il posto alla delusione ed alla rassegnazione. Non ci si dovrebbe mai rassegnare ad un omicidio. Non scorderò mai  quando un funzionario di polizia, rivolgendosi a mio zio, padre della vittima, che cercava di suggerire dove poter cercare l'arma del delitto ( mai trovata ) gli disse:"Lei faccia il falegname che a fare il poliziotto ci penso io". Lascio a chi legge il giudizio per il lavoro di indagini di questo premuroso ed infaticabile servitore dello stato se a distanza di 25 anni da questo massacro nessuno è in carcere."