Menu
Cerca
l'iniziativa

“Nati per Leggere”, anche a Lavagna il premio destinato ai piccoli lettori

Il vincitore sarà decretato al Salone Internazionale del Libro di Torino

“Nati per Leggere”, anche a Lavagna il premio destinato ai piccoli lettori
Cronaca Chiavari - Lavagna, 16 Aprile 2021 ore 15:23

Anche il Comune di Lavagna, attraverso la proposta del Sistema Bibliotecario di Città Metropolitana di Genova, ha voluto aderire con entusiasmo alla XII edizione del Premio nazionale Nati per Leggere – Sezione “Crescere con i libri” (3/6 anni), insieme ad altri 14 Comuni del territorio, coordinati dal CSB: Arenzano, Bogliasco, Busalla, Campomorone, Casarza Ligure, Casella, Cogoleto, Masone, Mignanego, Ronco Scrivia, Santa Margherita Ligure, Savignone, Serra Riccò, Sestri Levante.

Il Premio nazionale Nati per Leggere è stato istituito nel 2009 dalla Regione Piemonte in collaborazione con la Città di Torino, il Salone Internazionale del Libro di Torino, il Coordinamento Nazionale Nati per Leggere e la rivista LiBeR. Ha ricevuto il patrocinio del Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e il patrocinio della sezione italiana IBBY. Il Premio ha ricevuto inoltre la medaglia della Presidenza della Repubblica Italiana.

Fra gli obiettivi del premio, sviluppare proposte editoriali di qualità

Gli obiettivi del Premio sono:
– promuovere la diffusione della lettura ad alta voce nelle famiglie con bambini in età prescolare;
– segnalare la migliore produzione editoriale per bambini in età prescolare e riconoscere l’impegno degli operatori attivi nei progetti locali;
– stimolare lo sviluppo di proposte editoriali di qualità;
– diffondere il lavoro in rete fra le diverse professionalità e istituzioni che operano per la promozione della lettura e della salute sul territorio.

Il tema scelto è la percezione del tempo da parte dei bambini

La sezione “Crescere con il libri” è l’unica che esprime il gradimento di un libro da parte dei bambini, coinvolti nel voto. Questa sezione prevede infatti un premio assegnato direttamente dai lettori in relazione a un tema specifico. Il tema scelto dalla Giuria per l’ edizione 2021 è: “Il tempo che verrà. La percezione del tempo da parte dei bambini”. In un primo momento i referenti delle realtà partner, con l’ausilio di librai specializzati, bibliotecari e insegnanti scelgono una rosa di dieci finalisti che
rappresentano i migliori albi illustrati, sul tema scelto, per la fascia di età 3/6 anni editi in Italia, circolanti e reperibili. Successivamente, in tutte le città e le reti partner si predispongono gruppi di lavoro di insegnanti e bibliotecari per preparare gli incontri di presentazione dei libri stessi nelle scuole e nelle biblioteche.

A votare saranno anche i bambini

Ogni Biblioteca del Sistema di Città Metropolitana di Genova ha provveduto ad acquistare i dieci titoli finalisti, per poterli far circolare nelle scuole d’infanzia dei vari Comuni, presentarli e leggerli ai bambini e alle bambine, con l’indispensabile collaborazione degli insegnanti. Al termine degli incontri, i bambini e gli adulti partecipanti sono chiamati ad esprimere la loro preferenza. Sarà comunque solo la scelta dei bambini a decretare il vincitore della sezione.

Le realtà che partecipano alla XII edizione del Premio sono, oltre alla Città Metropolitana di Genova, Torino, Verbania, il Sistema bibliotecario interurbano del Sulcis, Monza, la Rete NpL Campania, Roma e il Sistema bibliotecario dell’area metropolitana torinese (SBAM). E’ stata predisposta, dalla segreteria del Premio, una facile scheda per il voto dei bambini.

Durante l’estate si spera di poter effettuare letture e presentazioni all’aperto

Non si esclude, durante l’estate, di poter effettuare all’aperto, le presentazioni e le letture dei dieci finalisti ad un’utenza libera e di poter raccogliere in questo modo altri voti, in attesa della riunione finale del 10 settembre 2021, per decretare il titolo vincitore che verrà premiato nell’ambito del Salone internazionale del libro di Torino (14/18 ottobre 2021).

La soddisfazione dell’amministrazione comunale di Lavagna

“E’ sicuramente un’ottima occasione per avvicinare i bambini e le bambine alla lettura, attraverso un’attività in presenza condivisa con le insegnanti nel rispetto di tutte le normative Covid, volta a stimolare la loro capacità di discernimento, sulla base delle singole preferenze. Grazie alla Dott.ssa Donatella Curletto che ci ha coinvolto in questa bellissima iniziativa, coordinando tutta l’attività a livello sistemico, a Francesca Mazzoni, bibliotecaria della nostra Biblioteca G. Serbandini Bini, Liliana Cavallini responsabile della Ludobiblioteca Libri in gioco, e alle insegnanti di tutte le nostre scuole di infanzia che hanno accolto il nostro invito a partecipare con molto entusiasmo.” dichiarano l’Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili Dott.ssa Chiara Oneto, e la Consigliera delegata all’Istruzione Dott.ssa Elisa Vaccarezza.