Menu
Cerca
VACCINI

“Nessuno sta togliendo dosi ai medici di famiglia per darle ai privati”

Intanto prenotazioni confermate per tutti i liguri che abbiano già l’appuntamento fissato per il vaccino

“Nessuno sta togliendo dosi ai medici di famiglia per darle ai privati”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 27 Marzo 2021 ore 07:30

“Quello di cui non abbiamo bisogno in questo momento sono le bugie o le strumentalizzazioni politiche. Un vecchio proverbio dice che ‘non importa se il gatto sia bianco o nero, l’importante è che prenda i topi’. In questo momento ciò che conta per noi è vaccinare. Vaccinare tanto, vaccinare ovunque, vaccinare a tutte le ore e vaccinare in sicurezza. Per questo stiamo mettendo in campo tutte le forze a nostra disposizione, perché questa battaglia ci deve vedere tutti uniti. Ospedali, ambulatori Asl, medici di medicina generale, farmacie, hub, associazioni, sanità pubblica e sanità privata“. È il commento del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti ad alcune comunicazioni circolate ieri sui social.

La programmazione è stata fatta in base alle dosi a disposizione

“Chi in queste ore sta diffondendo informazioni false – ha continuato Toti – dicendo che noi stiamo togliendo le dosi ai medici di famiglia per darle ai privati, favorendoli, ne risponderà nelle sedi opportune. I nostri uffici legali stanno esaminando tutte le dichiarazioni e gli audio che girano in queste ore, tramite social e su whatsapp, e diffondono falsità cose, gravi e diffamatorie, per cui valuteremo gli opportuni provvedimenti. Non abbiamo mai detto di cancellare le prenotazioni dei medici di medicina generale per dare i vaccini ai privati. La programmazione è stata fatta in base alle dosi a disposizione, come abbiamo già avuto modo di chiarire”.

“Ribadiamo inoltre, una volta per tutte – ha aggiunto – che l’impiego della sanità privata ai cittadini non costa niente. Semplicemente gli operatori privati che aderiscono all’accordo sottoscritto da Regione, Confindustria, Confcommercio e Legacoop riceveranno un compenso di circa 17 euro per ogni ciclo vaccinale (prima e seconda dose) comprensivo dei diritti di prenotazione, in linea con la cifra riconosciuta ai medici di base nell’ambito del loro contratto nazionale. Costi non a carico del cittadino ma del Governo. I privati vaccineranno il weekend e vaccineranno di notte, opzioni che con altre categorie non potevano essere realizzate. Ognuno farà la sua parte con un grande senso di comunità che ci deve vedere uniti in questa battaglia. E saremo orgogliosi di aprire lunedì l’hub della Fiera del Mare, il più grande in Liguria, in cui verranno somministrate duemila dosi al giorno di vaccini (quando l’attività sarà a regime) proprio grazie a questa collaborazione, prima in Italia. E daremo il benvenuto con orgoglio al Commissario per l’emergenza Covid Generale Francesco Paolo Figliuolo e al Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, che ci faranno l’onore di partecipare, con lo stesso spirito di collaborazione”.

“Il resto è solo bassa politica che dovrebbe rimanere fuori dalla campagna vaccinale – ha concluso – Chi fomenta certe polemiche, dice il falso o fa terrorismo in un momento delicato come questo per il nostro Paese dovrebbe farsi un esame di coscienza”.

Prenotazioni confermate per tutti i liguri che abbiano già l’appuntamento fissato per il vaccino

Intanto prenotazioni confermate per tutti i liguri che abbiano già l’appuntamento fissato per il vaccino, senza alcuna necessità di spostamenti e rinvii da parte dei medici di medicina generale. La rassicurazione è arrivata ieri venerdì 26 marzo da Regione Liguria che sta rimodulando il sistema in modo da far corrispondere alle prenotazioni già effettate le dosi ancora disponibili.

La riprogrammazione è stata effettuata da Regione Liguria in accordo con i sindacati dei medici di medicina generale: ogni altra iniziativa è da considerare assunta in modo individuale e autonoma da parte di singoli medici.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli