No alle sigarette in spiaggia: la sperimentazione parte da Genova

Approvata dal Municipio Levante la mozione della Lega, Aiesi: «Esperimento virtuoso e unico su tutto il territorio comunale»

No alle sigarette in spiaggia: la sperimentazione parte da Genova
Chiavari - Lavagna, 22 Febbraio 2019 ore 15:28

Sperimentazione litorale smoke-free nel Municipio Levante, approvata la mozione della Lega. Aiesi: «Esperimento virtuoso e unico su tutto il territorio comunale».

Spiagge senza sigarette, sperimentazione a Genova

Approvata all’unanimità dal consiglio del Municipio Levante la mozione della Lega, primo firmatario il consigliere Samuele Aiesi, per iniziare una sperimentazione smoke-free su tutto il litorale. «Dalla prossima stagione estiva partirà dal Municipio Levante una sperimentazione virtuosa, prima in tutto il territorio comunale, per avere un litorale totalmente smoke-free – ha spiegato il consigliere – questo per dare l’opportunità a chi sceglie di trascorrere le sue vacanze al mare di respirare l’aria pulita senza dover tollerare sostanze inquinanti pericolose per la salute, come il fumo di sigari o sigarette. L’idea prende spunto da quanto già avviene in altri luoghi balneari italiani, in cui vige il divieto di fumo a esclusione di aree attrezzate e delimitate. Questa sperimentazione permetterebbe di qualificare il litorale sempre più come destinazione di qualità e permetterebbe inoltre di ridurre il degrado ambientale causato da mozziconi di sigarette molto spesso abbandonati sulla spiaggia che, con il vento, si riversano in acqua. Per il progetto verranno selezionate probabilmente due spiagge del territorio municipale, di cui una, da quanto emerso durante la discussione in consiglio, potrebbe essere la spiaggia libera attrezzata per disabili a Vernazzola. L’idea è che dal nostro Municipio possa iniziare un progetto virtuoso da estendere su tutto il territorio comunale. Siamo convinti che, con un po’ di buon senso e rispetto delle regole, la sperimentazione possa estendersi successivamente anche ai parchi pubblici, così come già avviene in diverse parti del mondo, come Inghilterra e Canada per citare alcune nazioni».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità