Chiavari

Nuovi mezzi a Chiavari per il servizio di raccolta dei rifiuti cittadini

In funzione una nuova spazzatrice elettrica all'avanguardia, e aumento delle ore di spazzamento meccanizzato

Nuovi mezzi a Chiavari per il servizio di raccolta dei rifiuti cittadini
Chiavari - Lavagna, 09 Ottobre 2020 ore 16:23

Due nuovi mezzi in azione in città per la raccolta dei rifiuti, come previsto dal contratto per la gestione del servizio N.U. da parte del comune di Chiavari con il gruppo A2A – Aprica.

Nuovi mezzi a Chiavari per il servizio di raccolta dei rifiuti cittadini

Nell’ottica di un ulteriore miglioramento del servizio, orientato ad aumentare il livello di tutela dell’ambiente e di sostenibilità, oltre ai mezzi elettrici già in funzione, in questi giorni è attiva la nuova la spazzatrice elettrica Glutton, rispettosa dell’ambiente e silenziosa, che consente di eseguire la pulizia degli spazi pubblici del centro con un sistema ecocompatibile. Un mezzo all’avanguardia, in grado di operare anche in luoghi inaccessibili con le ordinarie modalità di pulizia: i rifiuti (come ad esempio carta, pacchetti di sigarette e mozziconi, lattine e bottiglie in vetro, plastica o metallo, escrementi di animali) potranno essere aspirati e raccolti grazie ad un tubo di 125 mm di diametro.

Un’altra importante novità messa in campo, a partire dal 19 ottobre, è l’incremento delle ore di spazzamento meccanizzato al fine di garantire una pulizia continuativa. Il mezzo utilizzato sarà dotato di agevolatore, una lancia ad acqua ad alta pressione che permetterà di procedere con una pulizia minuziosa di tutto il manto stradale.

«Importanti le migliorie al servizio di raccolta dei rifiuti, con una costante attenzione alle problematiche del nostro comune: la creazione di una app interna dedicata agli interventi immediati in caso di segnalazione disservizi, mancati passaggi o abbandoni impropri, ha permesso di garantire oggi un servizio di raccolta e pulizia urbana qualitativamente eccellente e una conseguente gestione ottimale della città – spiega l’assessore ai servizi ecologici, Massimiliano Bisso – Inoltre, abbiamo recentemente organizzato una task force di pronto intervento, coordinata dal consigliere Paolo Garibaldi, che entrerà in funzione in caso di allerta arancione o rossa, funzionale a garantire, per le zone a maggior rischio, una pulizia straordinaria dei tombini e delle caditoie, spesso intasate dalla caduta di fogliame tipico del periodo autunnale e, per questo, concausa di possibili allagamenti».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità