Cronaca
Le informazioni utili

Obbligo di segnalazione per i cittadini in Liguria provenienti dalle zone rosse: cosa devono fare

Arrivati dalla mezzanotte del 24 febbraio 2020

Obbligo di segnalazione per i cittadini in Liguria provenienti dalle zone rosse: cosa devono fare
Cronaca Chiavari - Lavagna, 09 Marzo 2020 ore 13:17

Obbligo di segnalazione per i cittadini in Liguria provenienti dalle zone rosse: ecco cosa devono fare.

Le informazioni utili

A partire da oggi, 9 marzo 2020, dalle ore 14, saranno attivi i numeri dedicati 010 5485767 - 010 5488679 e la casella di posta elettronica sonoinliguria@regione.liguria.it

Tutti i cittadini provenienti dalla regione Lombardia, dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, che sono arrivati in Liguria (e non vi siano residenti) dalla mezzanotte del 24 febbraio 2020, i cui spostamenti verso e dalla la Liguria non siano per comprovate esigenze lavorative o dettate da situazioni di necessità o da motivi di salute, devono rimanere al domicilio e segnalare la propria presenza in Liguria attraverso:

· la casella di posta elettronica, inviando una mail a: sonoinliguria@regione.liguria.it
· telefonando allo 010 5485767 oppure 010 5488679 (dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16)

L’obbligo di segnalazione scatta il 9 marzo 2020, a partire dalle 14.

Cosa occorre riportare

La segnalazione deve riportare le seguenti informazioni, per ogni componente del nucleo familiare:
· nome e cognome
· data di nascita
· contatto telefonico
· data di arrivo in Liguria e provenienza
· indirizzo completo del domicilio in Liguria

La segnalazione telefonica deve essere fatta dal diretto interessato per sé e, dove presente, per il proprio nucleo familiare.