Delitto Olivieri, attesa per i risultati degli esami scientifici

Analizzate le fascette al collo di Olivieri, che potrebbero portare al nome dell'assasino. Attesa dei risultati in Procura e in città

Delitto Olivieri, attesa per i risultati degli esami scientifici
28 Novembre 2017 ore 09:27

Attesa per i risultati sulle fascette che stringevano il collo di Antonio Olivieri e su altri reperti che potrebbero inchiodare l’assassino

Sulle fascette le tracce di Dna dell’assassino del delitto di Olivieri?

Tracce di Dna e impronte digitali dell’assassino. Ciò potrebbe trovarsi sulle fascette che stringevano il collo di Antonio Olivieri, ucciso giovedì scorso in uno scantinato di via Roma. Un elemento importante che potrà condurre gli inquirenti alla verità sulla vicenda. Con le indagini ancora in corso, coordinate negli uffici della procura di Genova dal magistrato Piercarlo Di Gennaro, sono state ascoltate diverse persone negli ultimi giorni. Queste testimonianze hanno permesso agli inquirenti di fare un quadro generale della vita dell’uomo, cercando elementi per ricostruire il delitto.

Giustizia per “Olly”, attesa anche da parte degli amici

Olivieri era stato trovato alle 10.15 nello scantinato del civico 65 di via Roma, il palazzo dove abitava con i due figli. Quattro giorni dopo l’omicidio, in via Roma la situazione è tornata quasi alla normalità. Gli amici di “Olly”, così come lo chiamavano, sperano nella svolta delle indagini. Grande il timore, che il delitto resti impunito.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità