Omicidio di Sestri Levante, la polizia ha interrogato l’ex moglie dell’uomo ucciso. Al vaglio le telecamere

Nel pomeriggio la donna è stata individuata nell’abitazione di un anziano conoscente.

Omicidio di Sestri Levante, la polizia ha interrogato l’ex moglie dell’uomo ucciso. Al vaglio le telecamere
23 Novembre 2017 ore 17:22

Antonio Olivieri, l’imbianchino trovato morto questa mattina in uno scantinato di viale Roma a Sestri Levante nei pressi della stazione ferroviaria, era stato indagato e poi prosciolto dall’accusa di maltrattamenti alla moglie. Nel corso dell’inchiesta, condotta dal pm Gabriella Dotto, era emerso che a subire le minacce e le richieste continue di soldi era il sestrese, per questo era stato prosciolto. La  donna, una brasiliana di 35 anni, lo aveva minacciato più volte di morte e di bruciare la casa con i figli dentro. In un primo momento si era appreso che l’uomo era a processo per maltrattamenti. Due giorni fa, invece, l’ex moglie di Olivieri, è stata condannata per esercizio arbitrario delle proprie ragioni e incendio del motorino del marito.

Nel pomeriggio la donna è stata individuata nell’abitazione di un anziano conoscente ed è stata interrogata dalla polizia

Il tribunale le ha inflitto una pena di 6 mesi di carcere, commutata in 12 mesi di libertà vigilata e obbligo di firma. Il tribunale dei minori aveva anche stabilito l’affido esclusivo a Olivieri (che era assistito dagli avvocati Giulio Muzio e Stefano De Bernardi) dei due figli, che questa mattina non si sono accorti di nulla. Per questo, gli inquirenti ipotizzano che l’omicidio possa essere avvenuto prima delle 7 del mattino. La donna ha l’obbligo di firma e oggi non si era presentata davanti alle forze di polizia per adempiere all’obbligo. Ma nel pomeriggio la donna è stata individuata nell’abitazione di un anziano conoscente dove ha detto che era anche al momento dell’omicidio. La brasiliana, Gesonita Barbosa che si fa chiamare Anita Brandao, avrebbe detto di avere un alibi, per le ore in cui si è consumato il delitto.

Al vaglio le telecamere di videosorveglianza. L’ex moglie ha fornito al momento un alibi.  Disposta l’autopsia sul corpo dell’uomo che avverrà nelle prossime ore

Al vaglio le telecamere di videosorveglianza di viale Roma e di piazza della stazione a Sestri Levante da parte della polizia che indaga sulla morte di Olivieri, molto noto in città anche per essere anche uno degli amministratori del gruppo Facebook “I mugugni del Comune di Sestri Levante”. L’uomo, sarebbe stato, secondo una ricostruzione degli investigatori, prima tramortito con un colpo secco alla testa e poi strangolato, mentre era ancora vivo. Maggiori dettagli li fornirà l’autopsia che avverrà nelle prossime ore. L’ex moglie ha raccontato di avere dormito a casa di un vecchio amico e avrebbe fornito, al momento, un alibi. La donna, al momento, non risulta indagata.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità