Menu
Cerca
le domande

Parco dell'Aveto, Muzio: "Basito dal cambio di posizione sulla nomina di Focacci”

“Un anno fa il parere della Comunità del Parco era opposto a quello di oggi. Quali sono le motivazioni?”

Parco dell'Aveto, Muzio: "Basito dal cambio di posizione sulla nomina di Focacci”
Cronaca Valli ed entroterra, 08 Giugno 2021 ore 12:37
Il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare, interviene in merito al cambio di parere espresso dalla Comunità del Parco dell’Aveto sulla riconferma di Michele Focacci nel ruolo di presidente dell’Ente.

Parco dell'Aveto, Muzio: "Basito dal cambio di posizione sulla nomina di Focacci”

“Premetto – dichiara Muzio - che non ho alcun rapporto personale e di partito con Michele Focacci, che è stato presidente del Parco dell’Aveto dal 2016 al 2019 e che attualmente ricopre il ruolo di commissario dello stesso. Registro che, in scadenza del suo mandato, e precisamente in data 29 gennaio 2020, la Comunità del Parco verbalizzava testualmente quanto segue: ‘La Comunità auspica che, quale rappresentante regionale per il Consiglio Direttivo del Parco, venga confermato il sig. Michele Focacci, già presidente e attuale commissario straordinario, anche in virtù dell’ottimo lavoro svolto nel suo mandato’”.
“Ricordo inoltre – prosegue Muzio - che la candidatura di Focacci a membro del Consiglio del Parco in rappresentanza della Regione è stata proposta dalla Giunta Regionale in Prima Commissione il 3 maggio 2021: in quella sede tutta la maggioranza (composta da Cambiamo, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia-Liguria Popolare, da me rappresentata) ha votato a favore e anche i consiglieri del Partito Democratico non hanno votato contro, ma si sono astenuti”.
“Alla luce di tutto ciò, il cambio di parere espresso nei giorni scorsi dalla Comunità del Parco mi lascia basito. In ogni caso, prendo atto che la contrarietà della Comunità, tenuto conto del numero dei componenti, è minoritaria (5 voti) rispetto alla somma (8 voti) dei favorevoli (2) e degli astenuti (6). Auspico infine che vengano alla luce le reali motivazioni sottese a questa presa di posizione, perché quelle ufficiali mi paiono deboli, molto deboli”, conclude il capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare.