Chiavari

Parla famiglia guarita dal virus: “Abbiamo vissuto 38 giorni di forti emozioni e una bella riscoperta”

A 15 mesi la piccola Asia è la stata la più giovane in città ad aver contratto e sconfitto il Covid-19

Parla famiglia guarita dal virus: “Abbiamo vissuto 38 giorni di forti emozioni e una bella riscoperta”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 02 Maggio 2020 ore 11:55

A 15 mesi è stata la più giovane in città ad aver contratto e ad essere guarita dal virus. Alla piccola Asia Guastini sono stati fatti 5 tamponi, prima che definitivamente venisse dichiarata guarita.

La buona notizia

Con lei, ad aver avuto il virus, papà Gianluigi, mamma Francesca e Christian, il fratello maggiore:

“Il 14 marzo scorso eravamo a casa e Asia improvvisamente ha smesso di respirare, con la febbre a 41 – racconta papà Gianluigi -. E’ tornata cosciente prima dell’arrivo dell’ambulanza, ed è stata trasportata all’ospedale di Lavagna”.

Lunedì 16 aprile il trasferimento al Gaslini di Genova: rispondendo alle cure, è tornata a casa dopo due giorni. La famiglia Guastini ha avuto il primo contatto con il virus il 10 marzo:

“Mia moglie lavora come cameriera in un ristorante a Lavagna e in quei giorni c’era uno strano pienone di clienti, soprattutto dalla Lombardia. A casa si è sentita male: 39 e mezzo di febbre e un forte mal di gola. Una febbre anomala che mi ha insospettito: a cascata ci siamo passati anche io e Christian due giorni dopo”.

Al piccolo Christian febbre a 38 e mezzo, sparita nell’arco di una giornata; ai genitori è durata invece tre giorni, con la perdita anche di gusto e olfatto:

“Siamo stati considerati positivi senza aver fatto il tampone per essere stati a stretto contatto con Asia. Dal 10 marzo fino al 18 aprile siamo rimasti a casa in isolamento, e l’unica a fare i tamponi è stata lei”.

Con i tamponi positivi del 16, 29 e 31 marzo, il primo tampone negativo arriva il 5 aprile, il secondo, quello della guarigione, mercoledì 15.

“Abbiamo vissuto tutte le emozioni. Dall’ansia, perché non si conosce questo virus, alla paura, dallo sconforto, perchè il tampone non diventava mai negativo, alla gioia finale”.

38 giorni di forti emozioni, e una bella riscoperta:

“Tante emozioni, ma mai ci siamo arresi. Abbiamo sfruttato gli spazi aperti e il giardino per giocare coi piccoli. Forse con l’isolamento abbiamo riscoperto anche alcuni valori che avevamo perso: lo stare più tempo con chi è sempre insieme a noi”.

Una bella storia col lieto fine, che papà Gianluigi e mamma Francesca potranno raccontare a Christian e ad Asia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità