Cronaca
Nuovo regolamento

Parola d’ordine a Sori: "Sicurezza"

Nuovo regolamento per le telecamere

Parola d’ordine a Sori: "Sicurezza"
Cronaca Golfo Paradiso, 13 Marzo 2020 ore 08:50

Nuovo regolamento sulla videosorveglianza. E’ stato votato in consiglio comunale e riguarda l’uso degli impianti. Oltre a conformarsi a un adempimento imposto dalla legge della Unione Europea 2018, definisce le misure minime di sicurezza, l’utilizzo e il trattamento dei dati, le misure di tutela riguardo i diritti fondamentali dell’uomo (legge sulla privacy).

"Tra le finalità – spiega il sindaco Mario Reffo - c’è l’attuazione di un sistema integrato di politiche per la sicurezza urbana. Sarà, così, possibile disporre in tempo reale di dati e immagini: ulteriore strumento di prevenzione e di razionalizzazione dei compiti che la polizia locale svolge quotidianamente nell’ambito delle proprie competenze istituzionali. Il nostro obiettivo è tutelare la popolazione e il patrimonio comunale".

Il regolamento appena votato non va in contrasto con quello già in vigore, dell’Unione dei Comuni. Sull’impianto per Sori sono già stati chiesti dei preventivi da parte della Polizia Municipale, un progetto a più passaggi che partirà dal centro del paese.

"Si vuole potenziare il server e l’acquisizione delle immagini. - aggiunge Reffo .-Si passerà poi al miglioramento della videosorveglianza nelle frazioni, per giungere al nuovo sistema che riconosce le targhe nelle vie d’accesso al paese, compresa la strada del Monte Fasce".

Gli occhi elettronici posizionati sul territorio consentiranno riprese video a colori, in condizioni di sufficiente illuminazione naturale o artificiale, in bianco e nero in caso contrario. Alcune delle telecamere saranno dotate di zoom digitale, o ottico, per meglio prevenire e reprimere atti delittuosi, attività illecite ed episodi di microcriminalità, ma si pensa anche a reprimere ogni tipo di illecito, di natura penale o amministrativa, in particolare legato a fenomeni di degrado e abbandono di rifiuti. L’ultimo step, infatti, verte sul posizionamento di foto – trappole per monitorare il conferimento dei rifiuti, in previsione del nuovo servizio porta a porta. Nei 6 Comuni coinvolti da Città Metropolitana in merito alla raccolta dei rifiuti, Amiu e Idealservice, le due aziende coinvolte, stanno incontrando amministrazioni e tecnici così da avviare il nuovo appalto in sincronia.

"In particolare  – chiude il sindaco – si cerca di capire se, a distanza di tre anni dalla formulazione del bando, le realtà territoriali aderenti siano confermate, anche a fronte del cambio di amministrazione in alcuni Comuni, tra cui Sori".