Patteggia il rapinatore di prostitute, per tornare dalla moglie partoriente

I colpi messi a segno nel 2012, ora la sentenza del tribunale di Genova

Patteggia il rapinatore di prostitute, per tornare dalla moglie partoriente
29 Settembre 2017 ore 09:20

Aveva messo a segno due colpi a danno delle “lucciole” lavagnesi, poi era tornato in Albania e se ne erano perdute le tracce. Ora, riacciuffato a Brindisi, patteggia per tornare in patria dalla moglie incinta.

Le rapine alle prostitute nel 2012

Una storia quantomeno curiosa, quella che riportano anche le pagine del Secolo XIX di stamani e che coinvolge un ragazzo albanese che, nel 2012, si era reso protagonista di due rapine a danni di prostitute di Lavagna. Le aveva inseguite in bicicletta, e, sotto la minaccia di una pistola, le aveva rapinate degli incassi della serata, poche centinaia di euro. Quando tuttavia le forze dell’ordine erano risalite alla sua identità ed erano pronte a condurlo in carcere, lui ormai era già rientrato in Albania. Dove è rimasto sino a quest’anno, del tutto inconsapevole del mandato di cattura spiccato nei suoi confronti 5 anni prima;  almeno così ha poi dichiarato agli inquirenti del tribunale genovese, dove è stato condotto dopo esser stato riconosciuto ed arrestato a Brindisi appena sbarcato quest’estate.

Patteggiamento e beneficenza per tornare dalla moglie incinta

L’uomo, Katiaj Fatjon, oggi trentenne, ha negli scorsi giorni patteggiato la pena: questo allo scopo primario di ottenerne una abbastanza lieve da permettere l’assegnazione degli arresti domiciliari, che gli avrebbero consentito di rientrare rapidamente in patria, a casa, dove la moglie era incinta ed in prossimità della data del parto. Obiettivo inseguito anche attraverso una donazione – a testimonianza di una sua “redenzione” – alla comunità di San Benedetto al Porto, destinata ai progetti anti tratta nel Mediterraneo. A Fatjon è stata dunque comminata una pena di 1 anno e 10 mesi, ma obiettivo raggiunto: con la sospensione condizionale, che gli ha permesso, nelle scorse ore, di prendere un volo di rientro in Albania. Dove diventerà papà. E, forse, chissà, anche davvero redento.

(LEGGI QUI) le altre notizie de primaillevante.it

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità