Piccoli animali abbandonati per strada: li salva Conigliamo

La realtà che ha sede a Temossi ospita anche altri animali di piccola taglia come cavie e porcellini d’india

Piccoli animali abbandonati per strada: li salva Conigliamo
Valli ed entroterra, 26 Dicembre 2017 ore 12:57

Chi pensa ai conigli dopo che vengono abbandonati? I conigli vengono regalati a Natale e scartati dopo le feste. E poi?

Conigliamo ha sede a Temossi ed è l'unica associazione ligure che si occupa di conigli a tempo pieno

Conigliamo è un’associazione che si occupa di recupero, cura e adozione di conigli. Ha sede a Borzonasca, in località Temossi. Stefania Galatea Montaldo, detta Didì (nella foto) e suo marito Andrea Casazza sono i responsabili. «Conigliamo è l’unica associazione ligure che si occupa di conigli a tempo pieno. Esiste dal 2010 e da sempre ospita conigli e animali di piccola taglia come cavie e porcellini d’india. Al momento teniamo 30 conigli, la maggior parte dei quali li abbiamo recuperati da famiglie che si erano stancati di averli in casa. Li comprano nei negozi, e poi una volta stufi li abbandonano in strada. Nei migliori dei casi ci contattano e li andiamo a prendere. Questa settimana ne abbiamo recuperati 8», spiega Didì.

Nelle feste il numero di abbandoni aumenta

Il periodo delle feste o delle vacanze è quello in cui il numero di abbandoni è maggiore. In particolare, i conigli vengono abbandonati dopo Natale o Pasqua, perché regali non graditi o semplicemente perché ci si accorge che hanno bisogno di molte più attenzioni di quanto si credeva. La moda di regalare conigli e altri animali a Natale, è sempre più diffusa, meno invece la consapevolezza dell’impegno che richiede un animale domestico.

«Animali scartati con facilità»

«Amo il mio lavoro e la mia scelta di occuparmi di conigli. Sono animali piccoli e indifesi, spesso scartati con facilità, a differenza di un cane o un gatto. Credo infatti che non sia assolutamente un gioco salvare e mantenere animali, bisogna farlo con serietà e impegno, in ogni momento dell’anno, non solo durante le feste. Grazie a mio marito Andrea, il mio unico vero collaboratore, riesco a portare avanti la mia più grande passione» .