Pisani: «Prima il tunnel fra Carasco e Chiavari, solo dopo si pensi alla piana dell’Entella»

Il consigliere regionale di Liguria Popolare Gabriele Pisani e la sua risposta al problema del traffico nella piana dell'Entella

Pisani: «Prima il tunnel fra Carasco e Chiavari, solo dopo si pensi alla piana dell’Entella»
Chiavari - Lavagna, 13 Febbraio 2020 ore 13:53

Il consigliere regionale di Liguria Popolare Gabriele Pisani ha le idee chiare su come dare una risposta al problema del traffico lungo la piana dell’Entella, questione che oggi più che mai è diventata urgente.

Pisani: «Prima il tunnel fra Carasco e Chiavari, solo dopo si pensi alla piana dell’Entella»

«Il progetto elaborato per il prolungamento di viale Kasman, oltre a essere molto impattante sotto l’aspetto paesaggistico, modificherebbe in modo irreversibile la fisionomia del territorio – dice Pisani -. Ritengo inoltre che non sia risolutivo rispetto alle problematiche viarie, andando a morire nella strozzatura della salita di San Lazzaro. Aggiungo inoltre che l’unica parte salvabile di quel progetto è il primo tratto, quello che prevede il congiungimento tra l’attuale viale Kasman e l’uscita del casello autostradale di Lavagna. Che è stato individuato dal sindaco di Chiavari Marco Di Capua come l’unico da portare avanti».

Il consigliere regionale di Liguria Popolare rilancia la propria idea: «Un tunnel di collegamento tra Carasco e l’uscita dell’autostrada di Chiavari – ricorda -. Si tratta di un’opera da considerarsi complementare al tunnel della Fontanabuona e che va realizzata insieme a uno scolmatore per il fiume Entella. Infatti con questo tracciato si andrebbero a ottenere due risultati. Da una parte si ridurrebbe drasticamente il problema del congestionamento del traffico, dall’altra si andrebbe ad eliminare il rischio esondazione».

A quel punto si potrebbe pensare a tanti piccoli interventi: «Infatti, sgravati da queste due criticità, si potrebbe ragionare con tutta un’altra prospettiva sul futuro sviluppo della piana, delle sue bellezze paesaggistiche e delle sue potenzialità commerciali, andando a mettere in campo tutta un’altra serie di interventi decisamente meno impattanti – conclude Gabriele Pisani – . Si potrebbe pensare di spacchettare i vari interventi che rientravano nel maxi progetto del prolungamento di viale Kasman ed intervenire con modifiche alla viabilità. Come il collegamento con l’autostrada di Lavagna, oppure l’innesto alternativo alla frazione di Rivarola proposto dal sindaco di Carasco Massimo Casaretto».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità