Programma di Sviluppo Rurale, due milioni per sentieri e boschi di Tigullio ed entroterra

Il dettaglio dei finanziamenti ai nostri Comuni ed Enti, Muzio: «Molto importanti per i nostri territori: consentiranno infatti ai Comuni, agli Enti Parco e ai privati di porre in essere interventi che porteranno al miglioramento delle condizioni dei nostri boschi e della nostra rete sentieristica»

Programma di Sviluppo Rurale, due milioni per sentieri e boschi di Tigullio ed entroterra
Cronaca Chiavari - Lavagna, 25 Ottobre 2018 ore 18:50

Muzio: «Programma di Sviluppo Rurale, due milioni di euro per sentieri e boschi del Tigullio e dell’entroterra».

Programma di Sviluppo Rurale, risorse per Tigullio ed entroterra

1.830.000 euro a Comuni ed Enti Parco per finanziare progetti finalizzati alla manutenzione e al ripristino dei sentieri, al riequilibrio strutturale dei boschi, al miglioramento del suolo forestale anche per la fruizione turistica. Sono le risorse ottenute dal Tigullio e dal suo entroterra grazie ai fondi della misura 8.5 del Programma di Sviluppo Rurale (P.S.R.), assegnati dalla Regione.

Nel dettaglio, per il Tigullio e l’entroterra hanno ottenuto risorse i progetti presentati da: Comune di Santo Stefano d’Aveto (498.427,88 euro), Comune di Rezzoaglio (355.116,36 euro), Comune di Sestri Levante (242.315,26 euro, dedicati al ripristino del sentiero di Sant’Anna), Comune di Santa Margherita (207.566,01 euro), Ente Parco Aveto (194.440,62 euro), Ente Parco di Portofino (167.525,66 euro), Comune di Fontanigorda (75.353,36 euro), Comune di San Colombano Certenoli (34.726,82 euro), Comune di Orero (30.082,86 euro), Comune di Borzonasca (21.930,90 euro). Ulteriori risorse sono state stanziate anche per molti progetti presentati da soggetti privati, consorzi e cooperative agricole forestali. La somma che complessivamente verrà erogata a livello regionale è pari a 18 milioni di euro.

«Questi finanziamenti – commenta il consigliere regionale di Forza Italia Claudio Muzio – sono molto importanti per i nostri territori: consentiranno infatti ai Comuni, agli Enti Parco e ai privati di porre in essere interventi che porteranno ad un miglioramento delle condizioni dei nostri boschi e della nostra rete sentieristica, con conseguenti vantaggi sia dal punto di vista ambientale che da quello turistico. Un ringraziamento all’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai, per l’impegno profuso in questa pratica».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli