Menu
Cerca
L'iniziativa

Pupazzi animati per aiutare i bimbi ad affrontare un “mostro invisibile”

Da lunedì il via al progetto "Pronto Bimbo – Indovina chi ti VideochiAma?"

Pupazzi animati per aiutare i bimbi ad affrontare un “mostro invisibile”
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 13 Maggio 2020 ore 07:34

Gigiotte e NonnaMuchina, sono i due pupazzi animati che da lunedì prossimo proveranno ad allietare i bambini rapallesi con videochiamte educative personalizzate, durante le quali proveranno a fargli affrontare ed elaborare quel mostro invisibile chiamato Covid-19.

L’iniziativa

Dietro ai due pupazzi ci sono due donne, due mamme, due attrici, due autrici: Viola Villa e Fiona Dovo che, partendo dalle loro esperienze genitoriali e da quelle di amici e conoscenti, hanno intravisto la necessità di un’azione mirata ed hanno subito ideato il progetto “Pronto Bimbo – Indovina chi ti VideochiAma”. Un servizio offerto gratuitamente al Comune di Rapallo, con il coinvolgimento delle consigliere Elisabetta Ricci e Laura Mastrangelo. Ma come funziona?

“Il servizio si rivolge ai bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni – spiega Viola Villa – Consisterà in un breve spettacolo di circa 10/12 minuti, a seconda del livello di interazione che si riuscirà a creare. In quel lasso di tempo, racconteremo una storia educativa che cerca di contestualizzare il momento difficile che stiamo vivendo, in cui troppo spesso i bambini non si riconoscono, sono disorientati o non si sentono protetti dal mostro invisibile”.

Un servizio che potrà essere reso ancora più mirato e incisivo, grazie alle indicazioni che i genitori potranno fornire sulle principali paure dei loro figli. Ci sono i ragazzini più grandi che si rifiutano di indossare la mascherina, ma anche chi teme di uscire da casa e abbandonare quelle quattro mura che per loro significano protezione.

“Non faremo il miracolo ma speriamo che il messaggio passi in loro e si ripercuota almeno per una settimana – prosegue – Non siamo psicologi, ma anzi, a tal proposito: se qualche professionista volesse interagire con noi per darci una mano, sempre nell’ottica no-profit del progetto, sarebbe il benvenuto e potrebbe aiutarci a migliorare i nostri strumenti per essere sempre più incisivi nel rapporto coi bambini”.

“Credo che la potenza di un pupazzo sia maggiore di quella di un attore che veste i panni di un personaggio. E talvolta i bambini dimostrano di confidare con maggiore facilità le proprie paure a una figura animata che non a un genitore”, aggiunge Fiona Dovo.

Non mancheranno spunti di riflessione, in una sorta di compito a casa:

“Chiederemo ai bimbi di stimolare l’impaurita NonnAmuchina ad uscire per ritrovare le bellezze del mondo e chiederemo loro di raccontarci le loro emozioni con un vocale, messaggio o tema”.

Per far partecipare il proprio figlio, o chiedere ulteriori informazioni, è necessario inviare un whatsapp al numero 339/2633324, con il nome del bimbo, residenza ed eventuali sue caratteristiche, dalle ore 9 alle ore 19. Si concorderà orario e giorno con l’Associazione Teatrale La Perla del Tigullio. Il servizio è attivo dal 4 maggio dalle ore 14 alle 15.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli