La controversia

Rapallo perla del Tigullio, per Santa il nuovo logo è "fuorviante"

Il nuovo simbolo del rilancio di Rapallo al centro di una vicenda che riporta alla luce rancori campanalistici

Rapallo perla del Tigullio, per Santa il nuovo logo è "fuorviante"
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 11 Giugno 2021 ore 10:26

Rapallo lancia la sua campagna promozionale internazionale e le iniziative di quest'estate: da oggi l'infiorata in via Mazzini. Nel frattempo però il nuovo brand turistico "HelloRapallo-Pearl of Tigullio" ha colpito in tanti, anche per la potenziale contrapposizione con la vicina Santa Margherita, che della definizione di "perla" si è fregiata da sempre.

La contestazione da parte di Santa

Interrogato in proposito, il sindaco Paolo Donadoni così risponde: «Si tratta di un logo bellissimo ma, temo, fuorviante. Non lo dico io. Lo dice l'etimologia della lingua italiana. Non è un giudizio di merito. È un dato di fatto. "Margherita", come noto, deriva dal greco margarites, che significa "perla". Dico che è noto, perché tutti i manifesti storici del nostro comune, rifacendosi a questa derivazione etimologica, hanno sempre definito Santa Margherita Ligure "La perla del Tigullio". Leggere "Rapallo perla del Tigullio" è come se noi avessimo ideato un logo "Santa Margherita Ligure Rea Palus del Tigullio". Un po', diciamo, inappropriato?».

Il nuovo logo del rilancio di Rapallo

Una vicenda che dimostra come nel Tigullio le ragioni del campanilismo siano più forti dei quelle della collaborazione tra Comuni. Nel dibattito in consiglio comunale qualche giorno fa il consigliere del Pd Mauro Mele (che però ha votato a favore, ricordando di aver sempre chiesto la creazione di un brand di Rapallo) criticava la scelta «di procedere con un marchio solo cittadino, quando si sarebbe potuto fare qualcosa di comprensoriale. Le Cinque Terre non si muovono separatamente». Insieme alla collega M5s Isabella De Benedetti, i due  hanno rilanciato il tema del Parco nazionale di Portofino come "marchio" di rilancio del territorio. Entusiasti, invece, tutti i gruppi di maggioranza da Maria Cristina Ardito (lista Brigati) a Salvatore Alongi (Bagnasco sindaco), ad Alessandra Ferrara (Viva Rapallo),  a Fabio Proietto della Lega che ha raccontato anche di essersi commosso all'illustrazione delle bellezze di Rapallo fatta dal consulente, Marco Pogliani.