Rapallo, prende il via il processo di privatizzazione dell’ospedale

La Regione prepara il bando di gara: un piano sarà privatizzato

Rapallo, prende il via il processo di privatizzazione dell’ospedale
Rapallo - Santa Margherita, 28 Dicembre 2019 ore 08:15

Con una delibera di Giunta di ieri in Regione, senza grandi annunci è partito il processo di privatizzazione parziale dell’ospedale di Nostra Signora di Montallegro a Rapallo.

Rapallo, prende il via il processo di privatizzazione dell’ospedale

Tutto è ancora in fase embrionale, e del resto quanto approvato sinora in Regione è solo un atto preliminare, quello di affidamento agli uffici del compito di preparare quello che sarà il bando di gara europeo per l’assegnazione di una parte della struttura – un piano – a privati convenzionati. Ma, naturalmente, ancora una volta questo processo è destinato a far discutere, tra l’oggettivo sotto-utilizzo del nosocomio in questi anni da una parte e il “tradimento” della pubblica proprietà dall’altro.

Quale sarà poi il futuro del nosocomio resta materia della più pura speculazione: secondo il Secolo XIX di oggi, che riporta la notizia in apertura della sua edizione di Levante, in “pole” per tale privatizzazione vi sarebbe un reparto cardiologico, dietro la spinta dell’interesse della clinica privata locale di Villa Azzurra. Ma tutto è per l’appunto legato a quelli che saranno gli esiti – per ora imprevedibili – di quello che non potrà che essere un ampio bando di gara. E con tempi relativamente lunghi: improbabile il bando si concretizzi prima di un altro anno; ma la direzione è ormai così dichiaratamente presa. Se sia quella giusta lo deciderà la storia.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: