Menu
Cerca
Coronavirus

Recco, aggiornata l’ordinanza che regolamenta le spiagge libere

Gandolfo: «Confidiamo che tra pochissimo tempo potranno raggiungerci anche i turisti, quelli che già ci conoscono e ci amano e, perché no, anche altri»

Recco, aggiornata l’ordinanza che regolamenta le spiagge libere
Cronaca Golfo Paradiso, 05 Giugno 2020 ore 16:48

Il sindaco di Recco Carlo Gandolfo ha emesso l’ordinanza che disciplina le norme e i comportamenti da seguire sulle spiagge libere, disposizioni in vigore fino al 14 giugno 2020, che integra l’ordinanza della Regione tenuto conto delle norme a salvaguardia della salute pubblica e mitigare il rischio della diffusione Covid-19.

Recco, aggiornata l’ordinanza che regolamenta le spiagge libere

Ecco alcune delle principali disposizioni:

– per le spiagge dei Frati, Belvedere Tenco, Rotonda Baden Powell e Scogliera della “Ciappea” sono individuati specifici varchi di accesso e di uscita presidiati da apposito personale che garantisce il contingentamento del numero dei fruitori. Tale numero, unitamente alle regole di utilizzo, sarà indicato in apposita cartellonistica posizionata nei pressi dei punti di accesso;
– le restanti spiagge e scogliere non in concessione potranno essere soggette a controllo dinamico al fine di verificare il rispetto delle norme generali delle regole di utilizzo che saranno indicate in apposita cartellonistica posizionata nei punti di accesso;
– è vietato posizionarsi a meno di mt. 1,5 dai confini che delimitano le aree demaniali;
– l’accesso alle concessioni demaniali marittime posizionate in sponda destra del Torrente Recco in Via P.ta Sant’Anna è consentito solo dalle entrate dei singoli stabilimenti al fine di garantire il mantenimento del contingentamento dei fruitori delle stesse.

«Il provvedimento – spiega il sindaco Gandolfo – regola l’utilizzo di scogliere e arenili per permettere ai bagnanti di godere, in sicurezza e serenità, la nostra spiaggia e il nostro mare. Confidiamo che tra pochissimo tempo potranno raggiungerci anche i turisti, quelli che già ci conoscono e ci amano e, perché no, anche altri».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli