Menu
Cerca
Wedding

Recco, matrimoni e unioni civili in location alternative. L’avviso pubblico del Comune

Da individuare dimore di pregio con relativi giardini e parchi. I privati possono presentare manifestazione d'interesse entro il 30 aprile

Recco, matrimoni e unioni civili in location alternative. L’avviso pubblico del Comune
Cronaca Golfo Paradiso, 26 Marzo 2021 ore 16:53

Il Comune di Recco ha predisposto l’avviso pubblico per individuare sul territorio dimore di pregio ed eventuali pertinenze (come ad esempio giardini, parchi, etc.) di particolare rilevanza estetica, storica e ambientale, aperte al pubblico, per celebrare matrimoni o unioni civili.

“L’Amministrazione ha posto le basi per consentire la celebrazione dei riti anche al di fuori della ‘casa comunale’spiega il sindaco Carlo Gandolfo -. Una scelta importante dal valore strategico, perché ci aspettiamo che, una volta rientrata l’emergenza sanitaria, come tutti speriamo, si pongano le basi per la ripartenza anche del settore wedding, colpito da una profonda crisi a causa delle restrizioni. L’iniziativa rappresenta anche un’opportunità di valorizzazione e di promozione della città e delle sue location di pregio“.

I privati potranno stipulare un contratto di comodato

I gestori di luoghi privati potranno candidarsi attraverso l’avviso pubblico per l’individuazione di siti idonei, a condizione che gli stessi siano riservati alla celebrazione di matrimoni e unioni civili, stipulando un contratto di comodato d’uso gratuito, per la durata di tre anni, rinnovabili.

I locali da concedere in uso dovranno pertanto essere decorosi, adeguati alla finalità, accessibili al pubblico, possedere i requisiti di legge di idoneità, agibilità e sicurezza; arredati e attrezzati in relazione alla funzione di Uffici di Stato Civile ad ogni effetto.

La manifestazione di interesse, dovrà essere compilata su apposito modello, firmata dal proprietario o dal gestore di locali e strutture private, corredata da tutta la documentazione richiesta, e dovrà essere presentata al Comune di Recco entro e non oltre le ore 12 del 30 aprile 2021, utilizzando le modalità indicate nell’avviso sul sito istituzionale del Comune.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli