"Recuperiamo i tunnel della Seconda Guerra Mondiale"

La proposta del consigliere Martino Tassano

"Recuperiamo i tunnel della Seconda Guerra Mondiale"
Sestri - Val Petronio, 29 Gennaio 2018 ore 07:30

Recuperare i tunnel della Seconda Guerra Mondiale che attraversano il sottosuolo della Penisola, creando un nuovo filone turistico legato ai luoghi chiave del conflitto sul territorio.

"Recuperiamo i tunnel della Seconda Guerra Mondiale"

La proposta arriva dal capogruppo del MoVimento 5 Stelle Martino Tassano: «Prendendo spunto dal Comune di La Spezia, che ha restaurato una galleria antiaerea aprendola al pubblico, varrebbe la pena avanzare la proposta di un possibile recupero di una parte dei tunnel che percorrono la nostra Penisola, non solo per sviluppare un eventuale percorso d'interesse storico legato contestualmente al nostro Musel, ma anche a fini pubblici e turistici». Una fitta rete di gallerie, di cui una parte risalenti al secondo conflitto mondiale e un'altra più antica, forse via di fuga degli antichi castelli costruiti dalla Repubblica di Genova che, sino ai primi anni del 1900, si mostravano maestosi sul promontorio che si slancia tra le due baie.

Alcuni accessi sono ancora visibili, ad esempio il portone verde a destra in piazza Antonietti. «Sviluppare in futuro uno studio di fattibilità e ricercare i fondi necessari per le opere di restauro e la loro messa in sicurezza potrebbe rivelarsi una nota positiva in chiave economico-turistica per la nostra città – aggiunge Tassano – . Inutile tutto ciò che si trova nel sottosuolo è di proprietà dello Stato e non di qualche privato, autorimesse escluse».