Menu
Cerca
Chiavari

Recupero e potenziamento dei sentieri chiavaresi

Solo poco più di metà dei sentieri è fruibile, ed appena un quinto è debitamente segnalato: il Comune lancia un progetto di recupero

Recupero e potenziamento dei sentieri chiavaresi
Cronaca Chiavari - Lavagna, 29 Dicembre 2020 ore 15:31

Promuovere la tutela del patrimonio ambientale e il recupero della rete sentieristica chiavarese, è l’obiettivo che si è posta l’amministrazione Di Capua. La giunta ha dato il via libera all’atto d’indirizzo per avviare il progetto di valorizzazione dei sentieri cittadini.

Recupero e potenziamento dei sentieri chiavaresi

La crescita del turismo di prossimità, legata anche all’esperienza del lockdown e della pandemia, ha risvegliato la consapevolezza di un potenziale da rilanciare attraverso una specifica pianificazione e appositi investimenti: il primo passo è stato compiuto quest’estate, grazie allo sfalcio e alla manutenzione straordinaria delle antiche strade collinari presenti sul territorio comunale, da Maxena a Campodonico, da Ri Alto a Caperana passando per Sampierdicanne, per oltre 30.000 metri lineari di verde.

«Abbiamo un patrimonio unico e davvero importante, ed è nostro dovere tutelarlo e potenziarlo al massimo, destinando specifiche risorse alla cura e al restyling degli itinerari storici per poter generare, ed implementare, la domanda – dichiara Marco Di Capua, sindaco di Chiavari – Esistono oltre 55 km di sentieri e percorsi perdonali, dei quali solo poco più di 11 km sono indicati da segnavia. Di questi, circa 35 km sono fruibili poiché sfalciati dai privati o presi in carico dall’amministrazione, mentre i restanti hanno bisogno di appositi interventi di manutenzione. Perciò abbiamo approvato un progetto apripista propedeutico a successive opere di mantenimento, omologando e migliorando l’esistente patrimonio per poter finalmente parlare di una rete escursionistica integrata. Procederemo, innanzitutto, con il rilievo gps di nuovi percorsi su traccia storica e con l’identificazione delle zone dove sarà posta la segnaletica, poi cartelli con informazioni toponomastiche e di viaggio, oltre alla creazione di un logo che caratterizzerà tutto il progetto per contraddistinguere gli itinerari del nostro comune. Infine, nuove mappe, anche digitali, e pannelli informativi per le bacheche pubbliche».

2 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli