Menu
Cerca

Riaprono le palestre ecco le regole

“Obbligatoria la pulizia delle aree di contatto di ciascun attrezzo dopo l'utilizzo da parte dell'utente con opportuno prodotto igienizzante"

Riaprono le palestre ecco le regole
Cronaca Chiavari - Lavagna, 09 Febbraio 2021 ore 11:04

La precedenza agli sport individuali, poi in futuro quelli di squadra e alla fine quelli di “contatto”. È la lista degli scaglionamenti indicata dal Comitato tecnico scientifico per far ripartire l’attività sportiva. Ma sarà compito del nuovo governo a stabilire se già il 6 marzo potranno riaprire. Intano si sono fissate le regole.

Fasce di colore

 

Fascia arancione

Per le regioni in fascia arancione è previsto “oltre alle attività consentite nelle aree di zona rossa come il jogging e altri individuali all’aperto, siano consentite nelle palestre, piscine e tensostruttura le attività sportive di base individuale anche acquatiche e le attività sportive dilettantistiche no di squadra o di contatto. Sono inoltre consentiti gli allenamenti per le attività sportive sportive di contatto e per gli sport di squadra esclusivamente se svolti in forma individuale nel rispetto del distanziamento e del divieto di assembramento. Consentite le attività sportive e di danza indirizzata ai bambini in età scolare, in coerenza con l’aperture delle scuole.

Fascia gialla

Oltre alle attività all’aperto sono consentii gli allenamenti per gli sport di contatto e di squadra dilettantistico e di base.

Le distanze in palestra

Nella prima fase sono previste solo le lezioni individuali mantenendo le distanze tra le persone a 2 metri. “Obbligatoria la pulizia delle aree di contatto di ciascun attrezzo dopo l’utilizzo da parte dell’utente con opportuno prodotto igienizzante. Gli attrezzi e materiali devono essere sempre sanificati. Si deve “utilizzare ove possibile tappetini propri o se di uso collettivo è obbligatorio igienizzarli prima e dopo la sessione di allenamento. Non consentito l’uso delle docce mentre deve essere previsto l’”obbligo di indossare correttamente la mascherina per gli operatori”.

10 metri in piscina

I metri quadri a disposizione di chi nuota “devono essere 10”. Per gli spogliatoi valgono le stesse regole previste per le palestre. Fuori dalla vasca “la mascherina deve essere obbligatoriamente usata dagli allenatori e dagli atleti. In caso di premiazioni è “opportuno evitare qualsiasi tipo di cerimonia di consegna dei premi che preveda il coinvolgimento di hostess e autorità e i premi devono essere sanificati, sistemati su una piattaforma e presi direttamente dagli atleti”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli