Riqualificazione della strada per Maxena, Campodonico e Sanguineto, sopralluogo di Di Capua

Lavori di manutenzione e messa in sicurezza, spesa complessiva di 450mila euro

Riqualificazione della strada per Maxena, Campodonico e Sanguineto, sopralluogo di Di Capua
Cronaca Chiavari - Lavagna, 17 Gennaio 2019 ore 15:30

Sopralluogo del sindaco di Chiavari Di Capua nei quartieri di Maxena, Campodonico e Sanguineto: al via il progetto di riqualificazione della strada comunale.

Il sopralluogo di Di Capua

«Grande attenzione non solo al centro storico di Chiavari, ma a tutte le frazioni e quartieri della città – dichiara il primo cittadino Di Capua – Dopo il caso della strada interpoderale di Caperana Case Sparse, la mia amministrazione sta provvedendo ad un intervento importante di messa in sicurezza della strada che collega Chiavari con le frazioni di Maxena, Campodonico e Sanguineto. A ciò si aggiunge l’acquisizione al demanio comunale della strada Case Sparse di Maxena, dove addirittura si trova un ponte ritenuto abusivo per la Città Metropolitana».

Il Comune di Chiavari investe nella riqualificazione dei quartieri cittadini. Il sindaco Marco Di Capua e l’ingegnere incaricato Eric Parpaglione hanno effettuato un sopralluogo per verificare i lavori di manutenzione e messa in sicurezza da realizzare sul tratto di strada che attraversa Maxena, Campodonico e Sanguineto. Intervento che va a sommarsi ai principali predisposti per il centro storico di Chiavari (solo per citarne alcuni, il nuovo progetto di Piazza Del Buono di Ri, il rifacimento della pavimentazione e dei sottoportici di Piazza Roma, Corso Dante e Via Marsala, e il restauro conservativo di Palazzo Rocca).
Il progetto definitivo, esecutivo e il coordinamento della sicurezza avrà una spesa complessiva pari a 450 mila euro. «Parliamo di diversi interventi da realizzare lungo tutta la strada – spiega Parpaglione – circa otto di manutenzione straordinaria: è necessario ripristinare le condizioni di sicurezza nei tratti parzialmente franati, oppure dove mancano cordoli o guard rail, procedendo anche con l’installazione di reti anti caduta massi. Inoltre, ci occuperemo della regimazione delle acque e della tombinatura di alcuni canali che costeggiano il percorso».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli